Riflessologia plantare e colonna vertebrale

Quindi adesso congiungiamo il primo segno, con il secondo segno e lì ritroveremo tutte le 7 vertebre cervicali.

Congiungiamo il secondo segno con il terzo, sempre lungo la parte rossa e lì avremo le 12 dorsali.

Ricongiungiamo il terzo segno con il quarto, e abbiamo le lombari. 

Nel penultimo segno abbiamo le sacrali e nell’ultimo il coccige.

Quindi segni le cervicali, poi divido addirittura anche in 7 spazi.

Il resto non mi interessa che lo fai in questa fase.

L’importante è che capisci che ci sono 7 cervicali, 12 dorsali, 5 lombari, poi ho disegnato le 4 sacrali (fuse assieme) , e il coccige. 

piede destro in riflessologia plantare

Piede destro in riflessologia plantare

Quindi andiamo nell’altro piede:

  1. osso più sporgente, prima cervicale
  2. scendiamo, osso più sporgente prima dorsale
  3. a metà piede circa troverai l’osso più sporgente e troverai la linea di separazione
  4. scendi ancora e ne troverai un altro

Quindi prima le cervicali, dorsali, lombari e sacrali, sono un po’ più piccole quindi lo spazio è più ridotto, sacrali e l’ultimo pezzettino sarà il coccige.

  1. Congiungo lungo il bordo osseo e avrò le cervicali
  2. scendo lungo il bordo e collego e avrò le dorsali
  3. poi avremo le lombari
  4. poi collego le sacrali sempre lungo il bordo osseo mi raccomando
  5. infine avremo il coccige.

Lo dividi in 7 spazi (7 cervicali), dividi a occhio.

Basta che fai sette spazi più o meno di dimensioni uguali.

Lo spazio centrale è più grande perché ovviamente le dorsali sono 12, abbiamo le 5 lombari, le 4 sacrali e infine il coccige.

E adesso andiamo a stimolare le vertebre in riflessologia plantare.

Quindi prima le cervicali, le dorsali, le lombari, le sacrali e il coccige, tutto lungo il bordo osseo.

  1. Parto dal basso, è più facile
  2. risalgo verso l’alto
  3. dalla settima cervicale
  4. vado su su su salgo fino alla prima cervicale

A volte rimane addirittura segnata di bianco, vuol dire che c’era bisogno, e la vai a stimolare.

Adesso andiamo a stimolare le 12 dorsali.

So che te lo sto ripetendo fino allo sfinimento però ci tengo che tu lo faccia proprio bene.

  1. Parti dall’ osso più sporgente che è a metà piede, lungo il bordo osseo
  2. quindi piano piano sali su a stimolare ovviamente la mia stimolazione ti verrà più avanti
  3. tu usa la tua manualità, fallo con calma piano piano.

Pensa che quando diventerai bravo nel tempo addirittura riuscirai a riconoscere gli spazi nel piede che si trovano tra una vertebra e l’altra.

Te lo spiegherò più avanti, perché effettivamente bisogna acquisire un bel po’ di manualità.

Credimi già il fatto solo di stimolare lungo questo bordo del piede, anche se non centri gli spazi esatti, basta che costeggi questo bordo e lo vai a stimolare, darai un ottimo sollievo a tutta la colonna vertebrale.

Adesso ti indico la stimolazione che devi fare in riflessologia plantare sulle lombari.

Quindi lungo il bordo e stimoli quindi hai dei riferimenti ossei. E’ difficile sbagliare, ti dico la verità.

Perfetto da li’ scende ancora e andrai a ritrovare le sacrali, è una porzione di ossa molto piccola.

Non ti disperare se non la troverai subito.

Finché stai lungo il bordo dell’osso che stimoli le lombari, e in realtà sei già sulle sacrali o viceversa non fai nessun danno, va benissimo.

Comunque l’importante è che tu vai a stimolare tutta la colonna vertebrale fino all’ultimo pezzettino che corrisponde al coccige, che è l’ultimo osso della colonna vertebrale.

Buona giornata

Francesco Ciaccia

separatore_grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video-corso di riflessologia plantare

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.