Come guadagnare 9600 € al mese facendo il massaggiatore medicale?

Come guadagnare 9600 € al mese facendo il massaggiatore medicale? Ti insegnerò a guadagnare in maniera onesta facendo il tuo lavoro e SOPRATTUTTO senza avere paura di  pagare le tasse.

Sia chiaro però, se fai il mestiere di massaggiatore solo per fare soldi, sarà molto difficile tu possa raggiungere questi obiettivi.

La tua mission sarà aiutare in primis il tuo prossimo a stare bene. Il denaro sarà solo una normale conseguenza.

Non perseguire il Dio denaro ma l’Amore verso il prossimo: vedrai che i guadagni arriveranno da sè!

Prima di spiegarti come un massaggiatore può guadagnare 9.600 € al mese, è fondamentale partire dalle basi.

Come fa un massaggiatore a guadagnare 1.000 euro al mese facendo mediocramente  il massaggiatore

Sì lo so e me ne rendo conto.  In questo post evidenzio la parte meno nobile del massaggio ma  i soldi sono, egualmente, componenti della nostra vita.

Senza soldi, infatti, non è possibile nemmeno comprare i prodotti per fare un massaggio.

Quando un nuovo allievo decide di fare il massaggiatore da grande si chiede sicuramente quanto potrebbe guadagnare ed eccoti svelata un po’ di matematica.

Quando si è agli inizi ovviamente non si ha la fila davanti alla porta quindi è normale che non si guadagni un gran che, certo è che da subito si può, se non altro, arrotondare lo stipendio con poco sforzo.

Se sei ancora a un livello amatoriale e fai i massaggi nello spazio ricavato nella cameretta di casa, potresti chiedere una cifra che va dai 20 € ai 25 € a massaggio della durata di 1 ora. Sicuramente è ancora presto per aprire la partita IVA in quanto ti stai esercitando e non te la senti di avviare un’attività in proprio. Diciamo che 20 € forse sono pochi ma dipende anche dalla sicurezza che hai in te stesso.

Il mio consiglio è di partire direttamente da un cifra di 25 € minimo.

Se fai 2 persone al giorno (magari la sera quando torni dal tuo lavoro principale) ecco che inizi a realizzare subito i 50 € al giorno. Moltiplicando questa cifra per 20 giorni lavorativi (sabato e domenica liberi) arrivi ai fatidici 1.000 € al mese.

Considera che non avresti spese se non l’utilizzo di un po’ di olio e la spesa iniziaLe di un lettino da massaggio.

Ovviamente per fare anche solo questi numeri devi avere una preparazione di base. Devi comunque frequentare dei corsi di massaggio seri e professionali dove ti insegneranno anche come approcciarti con il cliente.

L’etica, la serietà e la professionalità devono rimanere sempre al primo posto. 

Come guadagnare 2.500 € al mese facendo il massaggiatore con la partita IVA

Quando si inizia a voler fare sul serio e decidi di trasformare la tua attività di massaggiatore in una vera attività professionale, devi ovviamente alzare i prezzi.  Non puoi più mantenere i prezzi che chiedevi una volta quando ancora facevi i massaggi a casa (diciamo che eri ancora in prova…)

Un prezzo indicativo ottimale è di chiedere 45 € a massaggio indipendentemente dalla zona in Italia in cui ti trovi. Dal Nord al Sud con questa cifra (ancora relativamente bassa) puoi sentirti libero di lavorare serenamente e alla luce del sole.

Non dovrai avere paura, inoltre, di trovarti la Guardia di Finanza fuori casa pronta a darti una multa qualora scopra che tu faccia i massaggi a nero in casa. 

Il guadagno di un massaggiatore dipende da un bravo commercialista

Quando c’è poca informazione da parte di molti commercialisti che definirei CAPRONI (derivante da “capra” animale con poco cervello) pronti spesso solo a spaventare con le tasse le molte buone anime di massaggiatori che vorrebbero mettersi in proprio ma hanno paura delle tasse.

Intanto devi sapere che le tasse si pagano in relazione a quando guadagni. Quindi se guadagni 1.000 non pagherai mai 2.00o euro di tasse. Sembra un’affermazione banale ma in molti non lo sanno. Il segreto sta nell’accantonare da subito a ogni fattura emessa il 27% circa di Inps (se fai parte della gestione separata) e il 5% di tasse in quanto con un reddito lordo di 30.000 euro all’anno fai parte ancora del regime dei minimi e quindi paghi una tassazione agevolata.

Sicuramente ti potresti trovare in difficoltà laddove spendessi tutti i soldi mensilmente. Al momento di pagare le tasse, infatti, dovresti cominciare a preoccuparti su come racimolarli.

Ricorda quindi che il segreto è accantonare già dal primo massaggio questo 32% circa. Se chiedi 45 € a massaggio devi accantonare 14,4 € a ogni massaggio. Così facendo non avrai brutte sorprese.

Il guadagno di un massaggiatore deriva anche dallo SCARICARE dalle tasse…

Altro segreto è di scaricare tutto quello che ti è concesso:

  1. Affitto del locale
  2. Bollette del telefono
  3. Rimborso chilometrico della macchina (anche se privata, se il tuo lavoro si trova a qualche km da casa)
  4. Detersivi
  5. Giornali per la sala d’aspetto

Segui i consigli del tuo commercialista. Scarica anche tutti i viaggi che fai per andare ai vari corsi di massaggio, le spese di Hotel, etc…

Tutte queste spese andranno ad abbattere le tasse e quindi ti rimarranno molti più soldi in tasca.

La cosa che mi fa arrabbiare (per non dire incazzare, ma voglio rimanere con un linguaggio raffinato) è che molti commercialisti non ti dicono tutte queste cose. Si limitano a fare i “ragionieri” sulle tue fatture e non ti danno mai nessun consiglio.

Adesso non voglio troppo generalizzare perché ci sono anche commercialisti con le contropalle (come la mia ad esempio ma mi spiace non posso darti il numero perché è già strapiena di clienti) che sanno guidarti in questo marasma di cosa si  può scaricare dalle tasse e cosa no.

Come guadagnare 9.600 € al mese facendo il massaggiatore con le “contropalle”

Allora partiamo dal presupposto che sei una persona:

  • AMBIZIOSA;
  • VOLENTEROSA;
  • che non hai paura di usare OLIO DI GOMITO;
  • ONESTA;
  • che AMI il tuo lavoro;
  • Sai che nella vita per OTTENERE cose che gli altri non ottengono devi FARE cose che gli altri non fanno!

Se ti riconosci in questi presupposti adesso ti do la ricetta di come guadagnare 9.600 € al mese (lordi). Ma prima ti faccio una domanda: quante ore lavora una persona in fabbrica o qualsiasi altro lavoro ? 8 ore giusto ? Bene tu non devi essere da meno. Dovrai lavorare circa 9 ore al giorno ma la ricompensa a fine mese è grande !

Dovrai fare 8 massaggi al giorno ma ovviamente calcolando anche il tempo di aprire e chiudere il tuo centro , almeno un’ora in più la devi calcolare …

60 € a massaggio x 8 massaggi al giorno = 480 € al giorno

480 € al giorno x  20 giorni lavorativi (sabato e domenica libero)= 9.600 € al mese

Una persona come te che ha le caratteristiche qui sopra elencate non ha paura ha chiedere 60 € a massaggio. Se il tuo servizio vale devi chiedere un prezzo appropriato.  Se il tuo servizio,invece, non vale niente non ti daranno nemmeno 10 € a trattamento. Per chiedere di più rispetto agli altri devi essere il migliore, avere uno studio sempre in ordine, pulito.

Non serve la receptionist in divisa che accoglie i clienti, puoi fare anche tutto da solo ma devi organizzarti a dovere. Per arrivare a queste cifre devi avere una continua formazione investendo in corsi di massaggio.

Devi essere in grado in sole poche sedute di risolvere un problema che vada dal mal di schiena, al dolore di sciatica, mal di testa perseverante, etc…

D’altronde quando il cliente va a fare una visita privata non spende meno di 120 €. Tu, quindi,da vero professionista quale sei o diventerai se chiederai sempre cifre basse non andrai mai da nessuna parte.  Rimarrai sempre un massaggiatore mediocre.

Come guadagnare 128.000 € al mese (facendo il chiropratico)

Un chiropratico che si rispetti chiede, mediamente, 100 € euro a trattamento e il suo intervento dura di media pochi minuti.  Riesce a intervenire su circa 8 persone all’ora e se calcoliamo 8 ore lavorative, può soddisfare giornalmente circa 64 persone.

100 € x 64 persone al giorno = 6.400 € al GIORNO

6.400 € x 20 giorni lavorativi = 128.000 € al mese

Conosco personalmente studi che soddisfano 250 clienti al giorno (ovviamente sono in più operatori) con due segretarie per chiropratico. Lascio fare a te un po’ di matematica ….

Ma perché un chiropratico riesce a guadagnare così tanti soldi? Semplice perché nella vita si è fatto “un mazzo tanto” a studiare e sa fare bene il proprio lavoro ( lo dimostrano i suoi clienti che fanno la fila fuori alla sua porta).

Vale la pena quindi studiare e avere passione per quello che si fa? La mia missione è  formare sempre più operatori (massaggiatori, non chiropratici) che siano di aiuto con la loro manualità .

Certo di averti dato un valido motivo per continuare a rimanere in continua formazione, ti saluto e ti aspetto ai nostri corsi dal vivo. Diventa il migliore della tua città!


Francesco Ciaccia

separatore_grigio

Abbiamo preparato appositamente per te video-tutorial passo passo: scoprirai come si applicano queste tecniche ed essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

Scopri di più

 

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.

Hai visto i video gratuiti?

Tecniche di massaggio GRATIS!

CLICCA QUI e accedi gratis

Già 48 commenti ricevuti. Tu che ne pensi di questo articolo? Scrivimi un commento

  1. Tutte belle parole….vieni al sud a chiedere 60 euro a massaggio! !!! Ho chiuso dopo 12 anni attività prosciugata da tasse , studi di settore, inps , inail, affitto , commercialista ecc….non è tutto semplice come dite!

    • Ciao Francesca, non sono belle parole ma la realtà di molti centri che sono riusciti a impostare un sistema. Apri le pagine gialle ( o fai una ricerca su internet) e vedi quanti centri estetici aperti ci sono. Molti sono di successo, altri sicuramente arrivano a stento a fine mese. Il mio consiglio è di prendere spunti dalle persone di successo e prenderle di esempio anche per il proprio successo.
      Buona giornata

      Francesco Ciaccia

    • Concordo! vivo al Sud, e la gente del luogo ti fa problemi appena gli chiedi soltanto €30 figuriamoci….chi non vive al Sud non conosce questa realtà!

      • Comunque non mi lamento, perché il mio lavoro lo faccio principalmente per passione,e ne traggo soddisfazioni soprattutto quando le clienti (che hanno problemi articolari,lombari etc) mi dicono, dopo alcune sedute, di avvertire meno dolore e di aver riposato bene la notte.Ecco!questo è balsamo per le mie orecchie.

  2. MI PARE CHE QUESTO TIZIO NON ABBIA IL SENSO DEL VALORE DEL DENARO IN QUESTO PERIODO! IN MEDIA PER UNA MOXIBUSTIONE A DOMICILIO CON RELATIVO TRATTAMENTO COMPLETO NON SI SPERANO I 35 DURO! POI NON LO SA QUESTO TIZIO CHE IL SOLITO KILO DI PANE A MILANO COSTA NOTEVOLMENTE DI PIU’ CHE IN UNA QUALSIASI ALTRA CITTÀ DEL SUD?
    NON LO SA CHE LO STESSO TUO TRATTAMENTO TERAPEUTICO PUÒ ESSERE FATTO IN CASA DA UN MASSAGGIATORE ACHE MEGLIO.! QUINDI SE HAI UN CENTRO I PREZZI DEBBONO ESSERE CONCORRENZIALI ALTRIMENTI CHIUDI! ALTRO CHE 9600EURO! RAGAZZI VOLATE BASSO CHE A VOLARE IN ALTO SE CADI CI RIMANI! CORDIALI SALUTI!

    • Caro Pietro , intanto mi presento così non mi chiami più “questo tizio”. Il mio post sicuramente rispecchia la realtà di molti centri Massaggi ma non di tutti. Sicuramente in certe realtà del sud i prezzi devono rimanere più bassi di 60 euro. Ma nonostante tutto c’è chi queste cifre le incassa (anche al sud). Poi se si ha paura della concorrenza che va a massaggiare in casa per pochi euri (io non la chiamerei nemmeno concorrenza) allora bisogna far si di essere molto superiori con la propria professionalità . Poi magari a 9.600 € potresti non arrivarci ma a 2.500 sicuramente si con la dedizione e professionalità. Nel post non ho aggiunto che molti centri con dipendenti massaggiatori, superano di gran lunga queste cifre in quanto il titolare ha capito come aumentare i profitti integrando del personale e non facendo lui personalmente 8 massaggi al giorno . Ti auguro una buona giornata …
      Francesco Ciaccia

    • chi ha scritto questo articolo stà scrivendo una marea di idiozie. Sono titolare di 3 centri estetici, non ci sei solo tu a fornire i servizi bello ci sono come te altre 8/10 estetiste o massaggiatrici/ massaggiatori privati e/o regolari che fanno la stessa cosa nel raggio di 3 km , piantala di raccontare cretinate tanto per vendere!

      • Chi non sa lavorare piange sempre il morto … dando la causa agli altri dei propri insuccessi! Buona giornata
        Francesco Ciaccia

  3. Ciao Francesco, mi dispiace dover dissentire in modo deciso dalle tue affermazioni che trovo anacronistiche e assolutamente scollato dalla realtà. Anch’io come te conosco parecchi colleghi liberi professionisti e centri organizzati che, rispetto a qualche anno fa rischiano di chiudere, se non lo hanno già fatto, la propria attività dopo anni di duri sacrifici, passione e dedizione professionale. Se tu fossi corretto non sventoleresti soltanto le possibili cifre che potrebbero fare, o sono capaci di realizzare, tutti quelli che decidono di frequentare un bel corso privato da un guru del massaggio terapeutico, proprio come quelli che proponi e pubblicizzi tu in internet (e non solo), sarebbe molto interessante se tu spiegassi con quali metodi si può riuscire, partendo da zero, a tirare su 8 clienti al giorno, ben 160 al mese. A certo che tu conoscerai sicuramente seri e appassionati professionisti che riescono a farlo, ma sarebbe un gran gesto di serietà spiegare a tutti come procacciarsi così tanti clienti e di conseguenza introiti. Siamo capaci tutti di proporre formule e tabelline matematiche su somme “teoriche” di clienti e denaro, ma ci vuole anche un po’ metodo per arrivare a fare certi numeri, non credi? Mi ricordi tanto quegli sponsor di attività in network marketing che tirano giù numeri allettanti ma poi non ti spiegano in pratica come arrivare a farli!!! Se ti parlo così e perchè so quel che dico e mi sento di poter parlare anche a nome di molti miei “serissimi” colleghi che per anni hanno dato l’anima e che oggi, proprio perchè seri ed onesti, hanno dovuto lasciare il posto ai cinesi e ad un abusivismo sempre in crescita, alla faccia delle normative fiscali e di tutti quei commercialisti seri come la tua. Perdonami la mia critica forse un po’ aspra ma sicuramente fondata su una realtà sfalasata che non hai voluto far vedere, va bene l’ottimismo ma così mi pare proprio che si esageri. Se in un prossimo post riesci a spiegare a tutti come trasformare la passione e la professionalità nel settore dei massaggi in vero lavoro, clienti e denaro io ed una moltitudine infinita di massaggiatori come me te ne saremo profondamente grati. Grazie, ciao.

    • Ciao Lucilla come ho già anticipato ad altri che mi hanno mosso la stessa critica qui non si parla di millantare guadagni da network marketing ma di tirare fuori olio di gomito. Alla tua domanda ti rispondo con un’altra domanda (anzi più di una) dandoti così se non altro degli spunti. Poi non è detto che tutti possano arrivare a quelle cifre ma le domande qui sotto se risponderai con sincera autocritica (credimi lo faccio per aiutarti e non per rimbalzarti la “patata bollente”) potrai se non altro migliorare di molto la tua situazione economica.

      – Quanti corsi hai fatto di recente per la tua professione ? Erano interessanti ai fini pratici ? ti hanno dato quel qualcosa in più per sapere fare trattamenti nuovi e ampliare così la tua clientela ?
      – Quanti libri hai letto in merito al tuo mestiere ? Dovresti leggerne uno al mese (almeno 12 all’anno) per essere sempre al top.
      – Quante volte ti sei trovata con i colleghi per fare dei confronti ?
      – Con quanti commercialisti ti sei rapportata per sapere quali sono le migliori soluzioni per pagare meno tasse in modo etico e legale ?

      – Sopratutto : quanto investi in pubblicità ogni mese per il tuo centro ? o aspetti che ti cadano dal cielo ?
      – Hai mai pensato di fare una campagna pubblicitaria su Facebook ads (non quindi sul tuo profilo privato ma usando gli strumenti giusti)
      – Hai un sito internet ben indicizzato da google di modo che quando una persona decida di cercare un massaggiatore nella sua città appari tu per prima ? Quante visite fa il tuo sito a patto che tu ne abbia uno ?
      – Hai mai fatto delle promozioni con i clienti ? Della serie a ogni cliente che ti porta nuovo gli fai un omaggio (magari un olio o qualcosa a basso costo giusto per rendere il piacere o se non altro la pubblicità ?)
      – Il tuo studio (mi sembra di aver capito che ne hai uno) è ben visibile con una targhetta fuori dalla porta ?
      – Dove lo hai aperto ? In pieno centro o in periferia dove non ti trova nessuno ?

      Rispondendoti a tutte queste domande sicuramente fari molti passi avanti. Per arrivare a 9.600 euro al mese non ci si arriva in 3 mesi ovviamente . Ci vogliono anni e anni di studio seguendo quanti più corsi possibile. Come scritto nel post: per avere guadagni che non hai mai avuto devi fare cose che non hai mai fatto prima.
      Ti faccio un grande in bocca al lupo.

      PS. ti rispondo anche alla domanda che mi hai mosso, ovvero quali sono stati i miei percorsi formativi. Ho frequentato per 12 anni praticamente tutti i corsi della Max Pier (una nota azienda nel settore della formazione) . Ogni anno l’investimento tra corsi e prodotti si aggirava intorno ai 2.000 – 4.000 €. Moltiplica per 12 anni e poi ti farai un’idea di quanto ho investito in formazione. A questi devi aggiungere circa 10.000 euro in corsi di crescita personale . Da Anthony Robbins (solo un suo corso di 4 giorni costa 1.800 €) , Harv Eker, Alfio Bardolla e i suoi commercialisti ( circa 3.000 € a corso), Roberto Re (1.500 € a corso) ; etc… Ho una pila di circa 50 libri sul mio mestiere e su tutto quello che riguarda la legge dell’attrazione e similari….

      • Francesco Ciaccia…ho letto con attenzione tutto quello che ha consigliato a chi come me vuole fare do Questa attivita’ ..la principale…per passione ovviamente e la ringrazio..ci sono Dei suggerimenti utili…poi per I prezzi e’ chiaro che Il mercato puo’ oscillate da nord a sud , ma non e’ questo che dovrebbe impedire di private e cogliere Il senso Dei suoi suggerimenti . La ringrazio .Quaciari Genni

  4. Caro Francesco, non mi pare proprio di averti fatto la domanda “quali sono stati i tuoi percorsi formativi”, io ti conosco e ti seguo ormai da anni e ti ho sempre visto come una persona concreta, ma questa volta mi sei sembrato un po’ troppo vago e, come già ribadito, “teorico”. Partendo dal presupposto che tutto ciò che sostieni per potersi definire un preparato e serio professionista massaggiatore è vero e sacrosanto (più si sa e più si è), solo con la risposta alla mia domanda sveli il primo segreto per poter cominciare a scalare la vetta per raggiungere i fatidici 8 clienti al giorno: ci vogliono un bel po’ di soldi e non sempre si hanno a disposizione. Mi dirai che ci sono i finanziamenti agevolati, è vero ma anche quelli non sono sempre alla portata di tutti. Ma se un massaggiatore alle prime armi vuole cominciare dalla cameretta di casa sua a crearsi un giro di clientela, come fa a mettere a conoscenza le persone che proprio lui è bravissimo e molto conveniente in rapporto ai benefici che vengono offerti? Pensi veramente che possa bastare investire denaro su siti web, campagne Google Adwords e Facebook Ads? Anche qui so quel che dico perchè gioco in casa!!! Se fossi la miglior massaggiatrice al mondo ma mi confondessi in un mare di ciarlatani che non fanno altro che confondere le acque e screditare il nostro settore, offrendo servizi con approssimazione e scarso senso di responsabilità, la gente non saprebbe riconoscere il meglio dal peggio e, sorte vuole, che i peggiori sono proprio quelli con denaro da investire in pubblicità, così si emerge dalla massa, ti sembra normale? Se poi ce la vogliamo menare con le solite leggi di attrazione, pnl, tecniche di vendita, cura dell’ottimismo e chi più ne ha più ne metta, allora lascio la discussione perchè di fronte a queste teorie non c’è sorta di confronto, o ci credi o non ci credi, solo così si può avere successo, vero Francesco? Ok, ti lascio lavorare e non ti stresso più, ti auguro un buon lavoro ed aspetto un tuo nuovo interessantissimo post. A presto.

    • Grazie Lucilla , sei stata motivo di ispirazione del post di oggi: https://zoneriflesse.it/massaggiatori-di-successo-contro-massaggiatori-mediocri.html . Sia chiaro che non è riferito a te il “massaggiatori mediocri” ma è un post provocatorio che darà in cambio degli spunti utili di miglioramento personale.

      Sono d’accordo con te che non è sufficiente fare pubblicità con Facebook ads etc… Personalmente sono partito da sotto zero, iniziando anche io facendo il massaggiatore in casa e poi dopo 1 anno con calma ho aperto il mio studio a 21 anni in una Gorizia che ti assicuro la gente è super chiusa. Ci ho messo molti anni a crearmi un giro grande di clientela ma la soddisfazione quando ce la fai è grande …!!!! Specialmente quando sei consapevole di essere uno sbarbatello di poco più di vent’anni!!!!!

      Quindi volere è potere, sicuramente con molto olio di gomito e focalizzazione degli obiettivi (lasciando anche stare libri come the Secret etc… che tra l’altro ho scoperto dopo tanti anni che ero già avviato…)

      A presto e ti lascio alla lettura del prossimo post che ti ho linciato qui sopra !

  5. Ciao Francesco.

    mi occupo pure io di massaggio da circa 10 anni.
    E’ interessante questo articolo. Sopratutto per il tema: i soldi.
    Nessuno del settore ha il coraggio di parlarne, ma è vero la maggioranza degli operatori del settore guadagnano a stento 1000 euro al mese (tolte spese e tasse). Che poi non sono pochi se hai altre entrate oppure non paghi l’affitto di casa, perché sei proprietario.
    Dai commenti prima del mio, mi è chiaro che il tuo articolo ha smosso gli animi di molti professionisti del settore.
    Forse volevi “provocare” risposte, ma l’argomento è molto interessante. In Italia non ci sono vie di mezzo, ci sono centri, come dici tu, che si organizzano e diventano miniere d’oro, mentre la maggioranza fa fatica a pagare spese, tasse e portare a casa un minimo di entrate.
    Bisognerebbe trovare un equilibrio tra qualità e quantità. Farsi delle domande “giuste” per aumentare il proprio giro di clienti o semplicemente appassionare i potenziali clienti al proprio metodo di massaggio.

    Cosa ne pensi?

    • Bravo Jivan hai centrato il cuore del problema ! Ti lascio alla lettura del post che ho appena sfornato dove continuo con la ricetta di come poter guadagnare con questa professione : https://zoneriflesse.it/massaggiatori-di-successo-contro-massaggiatori-mediocri.html

      A presto …

      Francesco

    • ….effettivamente Francesco ha provocato su di un tema molto sentito, ma poco discusso nel nostro settore.
      Sono d’accordo con Jivan e nella loro essenza anche con le parole di Francesco.
      Sono sopravvisuta a questi duri anni di crisi, ho dovuto e voluto rinnovare il mio impegno e non scoraggiarmi. Quindi ho approfittato di qualche appuntamento in meno per avere il tempo di arricchirmi professionalmente un pò di più…. migliorandomi e soprattutto trovando nuovi stimoli e motivazioni. Ho studiato, rinnovato il sito e tutta la grafica della mia comunicazione stampata, ho girato due video sulla mia attività e alcune di queste cose le ho fatte con l’uso del baratto!!!
      Devo ammettere che i miei clienti hanno apprezzato la mia tenacia e il mio desiderio di rinnovarmi per farli stare bene, hanno sentito che AMO il mio lavoro e che la voglia di mettermi in gioco e LAVORARE TANTO non mi è mai mancata,
      Ora il mio lavoro è in netta ripresa ed i miei clienti che si erano arresi alla crisi ed avevano rinunciato a farsi del bene, stanno tornando e sono maggiormente consapevoli della loro scelta e desiderosi di portarmi i loro amici e parenti.
      Condivido l’approccio di Francesco che in sintesi ci invita a NON dimenticare di essere CAUSA ed EFFETTO di ciò che siamo ed il nostro lavoro ci fa da specchio per comprenderlo. Porsi delle domande e non avere PAURA di rispondersi è utile per riprendere le fila e ritrovare una strada percorribile.

  6. Pingback: Massaggiatori di successo contro massaggiatori mediocri | ZoneRiflesse.it

  7. Pingback: Come aprire un centro massaggi in Italia | ZoneRiflesse.it

  8. Ma stiamo scherzando, qui si fanno solo dei bei calcoli e basta, come commerciale e frequentando per lavoro i centri benessere più o meno piccoli, le cose non sono proprio come dici tu mi spiace…!!!
    Questi centri il cassetto giornaliero lo fanno con i trattamenti tipo sauna, bagno turco ecc…. e non con i massaggi, e se il centro-come molti- ha anche estetiste all’interno sono quelli i trattamenti più richiesti, pedicure, manicure, pulizia del viso ecc…!!!

    Non La conosco e non mi permetto di giudicare, e magari Lei percepisce realmente queste somme, a questo punto complimenti, ma dire che tutti possono arrivarci è dire tanto…!!!

    Da appassionato casalingo del massaggio è impensabile ragionare in questo modo, si rischia realmente di finire col sedere per terra.

    100 euro per un chiropratico? Ma se al mio Osteopata, fisioterapista e professore di osteopatia, fatturati per prestazione di circa 30′ pago 50 euro, ma secondo Lei vado da un chiropratico 5′ e lascio 100 euro, ma siamo pazzi…!!!

    Occhio a quello che si racconta in giro con questa crisi la gente potrebbe anche cascarci, poi Lei sicuramente ha interessi economici, nella vendita degli oli…..e qui già si capisce molto!!!

    Forse un tempo si guadagnava oggi non più, come anche dire che tutti i commerciali sono ricchi, un tempo era vero bastava un minimo di voglia e vivevi decentemente, oggi non è più così purtroppo…!!!

    Lei non spiega affatto come pubblicizzare la propria attività in quest’articolo, e beh ovvio lungi dal farlo in quanto sa benissimo che creare un giro di clientela è difficilissimo, ammesso che siamo dei bravi massaggiatori, Le faccio io due conti su Milano, affitto del locale mensile diciamo 20 mq uso commerciale in zona periferica circa 800 euro, richiesta per entrare, 3 mensilità di caparra e 3 anticipate e siamo già a 4800 euro, più luce, eventuale gas, acqua spese condominiali, e arriviamo a circa 900 al mese. Per chi inizia da zero significa che per i primi facciamo 6 mesi vada in perdita ma deve tirare fuori in totale 7500 euro solo di affitto, senza contare l’inps che o si fattura o non si fattura si deve pagare!!! Senza considerare che magari tutte le persone che sono venute da noi in casa nostra per 25 euro l’ora di massaggio spariranno quando magicamente si sale di prezzo. Farlo come secondo lavoretto ad amici va bene se si rimane entro le 5000 euro non si pagano tasse e lo si può fare legalmente.

    Occhio gente che a fare 4 conti teorici son tutti bravi.

    • Caro Giancarlo mi spiace ma se non conosci la realtà dei fatti parli solo forse per invidia o per una persona che non è mai riuscita a sfondare. Io non chiedo di credere a me, ma di fare un’analisi di mercato (reale come l’ho fatta io in 15 anni e non solo su un esempio del tuo osteopata) e poi in caso tornare su questo articolo a esporre la tua analisi. Ti posso garantire che con molto impegno questi numeri si possono realizzare ma non solo alla portata di tutti ovviamente (tipo chi massaggia in casa …) . Il seguito dell’articolo che hai letto lo trovi qui dove spiego come arrivare a certe cifre e come mai tu forse non ci sei ancora arrivato (te lo dico con il cuore e non per critica) :

      https://zoneriflesse.it/massaggiatori-di-successo-contro-massaggiatori-mediocri.html

      Francesco Ciaccia

  9. Ciao francesco!
    Ho trovato i tuoi articoli molto interessanti. Io ho solo una domanda per te: come hai fatto ad arrivare dove sei? Lascia stare discorso di studiare e passione…intendo: sei andato in società sportive, palestre e da medicina parlare e loro ti han mandato clienti? La mia domanda è semplicemente per capire la strada intermedia.
    Grazie per la risposta!

    • Ciao Lorenzo, per riempire lo studio ho usato il passa parola (all’epoca non c’era Facebook), per invece avere 15.000 persone iscritte al sito web ho usato tutte le strategie di marketing in mia conoscenza spendendo circa 1.000 € al mese … Ovviamente devi fare le spese in base al ritorno che hai sull’investimento …

  10. Ciao Francesco,
    ho trovato molto interessante il tuo articolo.
    Vorrei avviarmi alla professione di massaggiatrice, ho 33 anni e potrei iscrivermi ad un corso biennale presso La Scuola nazionale di Massaggio TAO. Conosci questa scuola? se si, a tuo parere è valida? Ad un primo contatto mi sono sembrati molto professionali e seri.
    Pensi che sia possibile e fattibile iniziare tale percorso alla mia età?

    Grazie mille

  11. Vorrei spezzare una lancia a favore di Francesco, perché il senso di ciò che afferma e’ molto importante.Ritengo che in ogni professione ,il valore sostanziale dei risultati e’ sempre individuale e la conoscenza che si acquisisce fa la vera differenza ,ovvero tanti prendono lauree e specializzazioni ,tanti bravi medici e tanti pessimi medici,tanti ottimi artigiani e tanti pessimi artigiani,tanti bravi cuochi e pessimi cuochi !!! Il mio esempio è a mio avviso il concetto che esprime Francesco,ossia la differenza con altri colleghi è costituito da tanto studio,tanta sensibilità e amore per ciò che si fa…non è questione nord sud perché ci sono professionisti del sud che si affermano di più di quelli del nord.Quindi il suo esempio non è anacronistico perché ci sono professionisti che realizzano questi risultati ,la vera differenza la fate voi !!! Grazie a tutti e buon lavoro

  12. se io guadagnassi quelle cifre, non distribuirei corsi in internet, anzi non lo direi proprio a nessuno. Perchè?
    (1)non vorrei concorrenza.
    (2)la guardia di finanza è più intelligente del commercialista.
    (3)svelerei i miei segreti a mio figlio, non a una nazione intera.
    (4)probabilmente avrei di meglio da fare che scrivere in un blog.
    Insomma, le persone non vanno prese in giro. Se mi dici che sei il massaggiatore di montecitorio, ci potrei anche credere, ma per fare 9000 euro al mese bisogna aver studiato tanto (e non è detto che ti vada così bene dopo la laurea).

    • Caro Nicola, da queste righe si vede che probabilmente le cose non ti vanno bene come spereresti. Ci sono persone che dopo aver letto questo articolo si sono date da fare e hanno migliorato la propria situazione economica e ci sono persone come te che criticano per sfogare la loro frustrazione economica in quanto è l’unica cosa che sanno fare (ed è per questo che probabilmente sei al verde)

      Francesco Ciaccia

  13. Caro Francesco, su molte cose hai ragione, anche sullo spronare le persone a non adagiarsi e cercare sempre di aggiornarsi e migliorarsi umanamente e professionalmente. Dissento solo su una cosa. L’ambito olistico secondo me dovrebbe avbere un approccio diverso dell’ambito capitalistico e puramente commerciale. E’ vero che la professionalità deve essere riconosciuta, ma porre il denaro come metro di tutto mi pare riduttivo. Spesso ho fatto seminari di reiki o di massaggio ayurvedico chiedendo in base a quello che le persone mi potevano dare. Forse non diventerò ricco ma sicuramente avrò tanti amici e gente che mi stima. E questo per me è il tesoro più grande. A quasi 60 anni si vedono le cose in un’altra prospettiva.. Con stima e affetto..grazie …dario

    • Grazie Dario, concordo con te che il lavoro fatto con Amore dovrebbe essere sempre al primo posto …poi il resto vien da se …

      Francesco

  14. Ciao Francesco salve a tutti.
    Mi dispiace per chi è molto arrabbiato e frustrato per i mancati raggiungimenti, ma è proprio come afferma Francesco, e cioè non è solo discorsi su pnl e pensiero positivo ( che se utilizzati concretamente hanno anche il loro valore) che si ottengono risultati ma con lo studio, l’approfondimento, corsi di aggiornamento, il confronto, e il seminare, seminare, seminare PROFESSIONALITA’!
    Con questo non voglio spezzare una lancia in favore di Francesco, poiché vedo che si sa difendere molto bene, ma sottolineare che i risultati a lungo termine si ottengono con costanza, passione, concretezza, lavoro focalizzando obiettivo dopo obiettivo.
    Porto anch’io la mia esperienza ho 50 anni e ho iniziato in un paesino piccolo dell’agro pontino 20 anni fa, quindi non in una città del nord, senza nemmeno il diploma di maturità ad oggi con il duro lavoro e soprattutto con passione, cuore e vision ho conseguito attraverso studi e preparazione 2 lauree (Psicologia e Chiropratica U.S.A.), un diploma sanitario di massoterapia, sono insegnante di massaggio e dirigo 2 scuola di discipline bionaturali. In più ho uno studio con un lavoro settimanale più che dignitoso.
    Quindi capisco che può essere più facile piangersi addosso….ma il segreto è focalizzare un obiettivo impegnarsi nel raggiungerlo ma sopratutto MUOVERSI VERSO DI ESSO!!!
    Un abbraccio a voi tutti e un grande in bocca al lupo.

  15. Pingback: Massaggiatori: Le Regole Del Gioco Per Il Tuo Successo (2^parte) | ZoneRiflesse.it

  16. Ciao Francesco. Ho 40 anni. Sto seguendo i corsi di massaggio professionale, finisco a giugno. Ho anche un altro lavoro ma finita la scuola vorrei fare il massaggiatore. Adesso non massaggio per soldi, qualche amico gratis , per prendere la mano. Penso che se adesso chiedo 20_ 25 euro poi non potrei aumentare il prezzo. Sarà sbagliato, che ne dici? Avendo iniziato questo percorso a 40 anni sarà difficile o importante è farlo con passione e l’età non importa?

    • Ciao Florin,
      il mio consiglio è quello di partire subito con un prezzo un pochino più alto per non dequalificarti, quindi attorno ai 30-35 euro a trattamento. Non è mai troppo tardi per iniziare, anzi pensa che diverse persone hanno cominciato addirittura a settant’anni e ora sono piene di clienti! Ti lascio un’interessante video con alcune testimonianze:

      https://www.youtube.com/watch?v=oDxaKdINtT0

      In bocca al lupo,
      Francesco

      • Grazie, spero che ci incontreremo qualche volta.

  17. Ma quante cazz.ate!!! Se trovi almeno 5 clienti in una settimana che si fanno massaggiare, senza chiedere di andare oltre il massaggio, fammi un fischio. Te li faccio gratis. I miei massaggi valgono qualitativamente e spendo soldi per i vari corsi.
    Sai cosa funziona oggi? Le chiacchiere che vendi, il fumo negli occhi e i pesciolini che abboccano. Ma la verità è che la gente non vuole spendere soldi per un semplice massaggio. Oltretutto sono tutti diffidenti e se non hai appesa al muro una laurea difficilmente la gente si affida, anche se per un massaggio rilassante. A meno che tu non offra altro oltre il massaggio, te li sogni anche 2000€ all’anno.

    • Ciao Paolo,
      Mi dispiace dirti che se tu ragioni così allora effettivamente raggiungere anche 2000€ all’anno sarà molto difficile. Se sei il tu il primo a non credere in te stesso figurati gli altri… Da quel che leggo hai una visione molto alterata di come stanno le cose, sicuramente esistono centri che vanno oltre al massaggio, ma è anche vero che esistono moltissimi centri che fanno numeri superiori anche a quelli da me descritti. Se tutti la pensassero come te, tutti i centri massaggio patirebbero la fame!

      Ti auguro una buona giornata
      Francesco Ciaccia

      • Ma un osteopata quanto dovrebbe chiedere a trattamento ?
        Il tuo post è l’esempio che in Italia , conta più il benessere che la salute . In quanto non a caso spesso numerosi ( te li chiamerai clienti ) clienti o pazienti scelgono la via del benessere , piuttosto che quella della salute . Ovviamente sono due cose diverse , però mi chiedo se per un massaggio uno paga 60€, una visita da un chiropratico o da un osteopata quanto la pagheresti ?
        Sicuramente sopra i 100.

        • Si esatto, gli osteopati bravi si fanno pagare come ben saprai (e fanno bene) …idem i chiropratici (quando vado dal mio pago 150€ a seduta)

          Francesco Ciaccia

    • grande

  18. Le tasse si pagano in base a quanto fatturi solo se sei autonomo.
    Per fare quello che dici tu devi avere un attività e quindi vai di minimale inps 3500 anno fissi anche se guadagni zero e tutte le altre tasse che non hai detto.

  19. SONO TUTTE CAZZATE 60 EURO A MASSAGGIO è UN PREZZO FUORI MERCATO NON ESISTE PROPRIO .
    A parte il fatto che per chiedere quella cifra devi avere un C.V. importante e non comune ,poi per sisolvere tutte queste problematica non basta un cazzo di massaggio ci vuol ben altro

    • Vorrei rispondere a questo commento in modo didattico che serva per tutti quelle persone che come Dimitri la pensano cosi. Leggendo il suo commento si denota con quanta frustrazione questa persona sta scrivendo. In parole povere ci sta dicendo che lui deve chiedere un compenso molto più basso perché è consapevole di non valere tutti quei soldi. Ma sapete qual’è la verità? DIMITRI HA RAGIONE per i seguenti motivi:

      1) se non vali niente come massaggiatore NON puoi chiedere quella cifra (meglio puntare a cifre molto più basse, 20€ potrebbero andare bene) per “raccattare” qualche cliente qua e la. (attenzione però chiedendo cosi poco la qualità della clientela scende di molto)

      2) Come dice Dimitri se non hai un curriculum “importante” (cosa che come potete leggere, dal modo in cui lui scrive non è a conoscenza di tutte le persone che ho formato e chiedono tale cifra), bisogna continuamente fare corsi di aggiornamento, continuare a crescere e investire nella propria formazione.

      3) Sempre dal modo in cui scrive non è nemmeno consapevole che esistono centri che sono pieni dalla mattina alla sera. Sicuramente sono molti di meno rispetto ai suoi colleghi che sono allineati sulla sua stessa frequenza d’onda motivo per cui Dimitri è a conoscenza delle realtà a lui vicino e nulla di più.

      Concludendo saluto Dimitri consigliandoli di migliorarsi continuamente per innalzare per gradi il suo compenso invece che prendersela con chi parla per cognizione di causa.

      Francesco Ciaccia

  20. Buonasera Francesco, volevo chiedere ma i massaggi che “sistemano” dolore alla spalla piuttosto che altro..non sono considerati terapeutici e quindi di ambito medico? Chiedo perché sono appena entrata nel mondo olistico..e vorrei capire meglio. Grazie in anticipo!

    • Ciao Alice, ottima osservazione! Tutte le problematiche descritte si possono fare l’importante è che si mantenga sempre un approccio “olistico” e non medico o fisioterapeutico/medico ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti insegnerò le migliori Tecniche di Massaggio per risolvere 110 problematiche
in 1-3 sedute.

...aumentando così la TUA clientela!

Mi Piace

Guarda il video di presentazione

Niente teoria! Solo pratica 100%
Accedi ora ai video dimostrativi

Ricevili Gratis 100% server sicuro

Il sito n°1 per vendite di corsi di massaggi online e dal vivo

Oltre 28.000 professionisti del massaggio
ci seguono attivamente su facebook!
X

Perfetto! Manca l'ultimo step: inserisci la tua migliore email qui sotto!

Ricevi il link ai video gratuiti sulle tecniche di massaggio e riflessologia plantare via email!

Inserisci la tua migliore email qui sotto nel campo qui sotto:

Ricevuta l'informativa trattamento dati personali, presto il consenso.

X

ASPETTA! Non andare via senza niente!

Ecco per te GRATIS i miei video di massaggio!

Inserisci la tua migliore email qui sotto e ricevi i video gratuiti:

Ricevuta l'informativa trattamento dati personali, presto il consenso.