Anche questa è una tecnica importante per riuscire a star meglio, per rilassarsi, per alleviare il mal di testa e non solo. Pensi di star bene quando vai dal parrucchiere e ti fanno un bello shampoo che dura almeno un minuto? Bene, anche loro (soprattutto i più bravi), praticamente ti fanno un massaggio al cuoio capelluto, ma quello è solo l’inizio: tu non hai fretta e puoi fare di meglio su te stesso/a o grazie all’aiuto di una seconda persona presente nel tuo ambito familiare e/o affettivo.

Questa tecnica di massaggio è importante anche per stimolare l’afflusso di sangue in questa parte del corpo, il cuoio capelluto. Questo può essere certamente uno dei motivi per il quale questa può essere un’efficace terapia per combattere il mal di testa. Inoltre, potrà aiutarti a riposare meglio la mente, per averla molto più attiva il giorno seguente.

Cosa ti servirà.

  • I tuoi polpastrelli
  • Una pressione leggera (per riuscire a muovere delicatamente la pelle)
  • Nessun olio o lozione (a parte per alcuni casi eccezionali in cui si potrebbe averne bisogno).

 

A questo punto dovrai prestare attenzione alle indicazioni in quanto, come per tutti i tipi di massaggi, anche per questo è importante effettuare correttamente ogni manovra. In caso contrario non si potranno riscontrare i benefici sperati e l’effetto sarà troppo invasivo o troppo lieve.

Cosa fare

Il consiglio è di farsi fare il massaggio da qualcun altro o, altrimenti, di imparare bene i movimenti e di effettuarli su se stessi in maniera corretta ed accurata.

  • A questo punto dovrai stare rilassato/a e metterti un asciugamano sulle spalle.
  • Dovrai appoggiare le dita sul cuoio capelluto, partendo dall’attaccatura, muovendoti andando verso la parte posteriore della testa, e concentrandoti solamente sulla zona centrale della testa.
  • La pressione non dovrà mai essere troppo intensa, ma efficace al punto di spostare solo lievemente la cute.
  • Una volta arrivato/a dietro, dovrai ritornare al punto di partenza ripetendo gli stessi movimenti.
  • Fai la stessa cosa anche con il lato sinistro e con il lato destro della testa.
  • A quel punto, se è qualcun altro a massaggiarti, potrà mettere i pollici sulla sommità della testa e le altre dita dietro alle orecchie. Se invece ti stai facendo un automassaggio, dovrai fare il contrario: mettere i pollici dietro le orecchie ed il resto della mano aperta nel centro della testa.
  • Prosegui con il massaggio facendo dei piccoli movimenti circolari.
  • Dietro le orecchie ci vorrà uno sfioramento.
  • Il trattamento andrà finalizzato con una manovra in grado di rigenerare completamente il cuoio capelluto: la frizione. Dovrai praticamente frizionare delicatamente la cute.

Questo massaggio può essere effettuato, anche durante lo shampoo. Quindi potrà essere un’ottima occasione per rivitalizzare costantemente il proprio cuoio capelluto e stimolarne la circolazione. Si potrà ovviamente rendere questa manipolazione più effettiva trasformandola in un abitudine o anche semplicemente effettuandola in caso di mal di testa.

I risultati potranno essere anche immediati: potrai riscontrare benessere, un buon aumento di energia o un ottimo livello di rilassamento dopo una stressante giornata di lavoro.

Se non si hanno problemi specifici alla cute, è importante non utilizzare delle lozioni particolarmente grasse, in quanto si potrà andare a ingrassare notevolmente anche il capello, senza alcun motivo preciso.

separatore grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video-corso massaggio metamerico

 

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.