Massaggio Rassodante: le diverse tipologie

Un massaggio rassodante è una tecnica attraverso la quale vengono eseguiti dei trattamenti manuali sul corpo andando ad agire sulle masse muscolari sottostanti.

Questa operazione avviene con diversi movimenti:

  • lo sfioramento,
  • la frizione
  • la pressione.

Quest’ultima viene esercitata con un movimento lento e energico, dipende dal risultato che si vuole ottenere.

I massaggi sono di diverse tipologie e tutti vengono eseguiti per raggiungere vari obbiettivi:

  • scopo terapeutico,
  • estetico,
  • mantenimento del proprio benessere,
  • per ritrovare un nuovo equilibrio.

È molto importante eseguire questo massaggio dopo una dieta oppure una gravidanza, in modo da drenare, sciogliere i grassi e di conseguenza rassodare.

Se si dimagrisce oppure si ingrassa (gravidanza), la pelle perde la sua tonicità. Quindi occorre un trattamento specifico per poter ripristinare la sua naturale elasticità. In questi casi il massaggio rassodante è perfetto, in quanto riattiva la circolazione ed ossigena i tessuti. Infatti, il massaggio rassodante ha spesso anche un effetto modellante, infatti scioglie gli accumuli di grasso localizzato. Le zone da preferire quando ci si sottopone a questo trattamento sono: le cosce, i glutei, ma anche il seno.

Praticare questo genere di massaggio da soli non è difficile. Ma bisogna avere energia, pazienza e costanza. Se si decide di fare un ciclo di sedute di massaggi rassodanti in un centro estetico, il costo però è sicuramente abbastanza alto. Se non si vuole rinunciare a ritrovare la propria forma fisica è consigliabile imparare a fare il massaggio da soli, seguendo queste semplici tecniche: quella del “pizzicotto” e quella del “tamburo”.

  • Il massaggio a pizzicotto è rassodante. Questo ha lo scopo di aiutare ad eliminare la cellulite, drenando i liquidi in eccesso. Per poterlo eseguie bisogna prendere fra il pollice ed indice un pezzetto di pelle “pizzicandola” ed applicando una leggera pressione. Non si deve però esagerare. Si solleva la pelle e poi la si rilascia con energia, senza farsi male. È consigliabile utilizzare un olio oppure delle creme adatte al proprio scopo per rendere il massaggio più efficace e piacevole.
  • Il massaggio a tamburo si esegue per far ossigenare e rigenerare i tessuti. Viene praticato con le mani concave, picchiettando enegicamente la pelle, partendo dall’estremità e procedendo in direzione del cuore. Un buon massaggio rassodante si avvale di battiture, percussioni e specifiche manualità classiche. Per tornare in forma non bastano cicli di massaggi rassodanti, ma bisogna seguire anche un corretto regime alimentare.

Il massaggio rassodante alla francese per l’interno coscia

Schiaffeggia le gambe con i palmi aperti dal ginocchio in su per quattro o cinque volte. Prendi una noce di crema e spalmala con gesti veloci, afferra la pelle tra il pollice e l’ indice e sollevala dolcemente. Procedi in fretta, in modo da stimolare maggiormente la circolazione. Fai scivolare la mani una dietro l’ altra, fino al completo assorbimento. Concludi tamponando un telo di spugna con dentro dei cubetti di ghiaccio. Così i pori si chiudono e i principi attivi restano sigillati all’ interno.

massaggio rassodante addominale: come eseguirlo

Il massaggio rassodante per la pancia

Un’importante regola da seguire per avere la pancia piatta è fare dei massaggi all’addome. Massaggiare la pancia stimola la micro-circolazione, favorisce la digestione e il rinnovamento cellulare e inoltre combatte la ritenzione idrica e soprattutto l’accumulo di grassi. Se vuoi evitare le creme snellenti, esiste un massaggio molto efficace che puoi fare: afferra la pelle della pancia con una o due mani, tra il pollice e l’indice, e falla scorrere tra le dita.

Questa tecnica è un po’fastidiosa, ma molto efficace, perché finalizzata a evitare le infiltrazioni cellulitiche nel tessuto congiuntivo della pelle. Un altro tipo di massaggio è il seguente: scegli una crema a base di oli essenziali di finocchio o ippocastano, ed esegui piccoli movimenti circolari sull’addome, orari e antiorari, per qualche minuto. Se abbini questi massaggi a una respirazione lenta e corretta, avranno un effetto sorprendente.

Anche il massaggio shiatsu può essere un ottimo alleato per sgonfiare la pancia. Questa tecnica contribuisce a regolare l’appetito grazie alle pressioni che si effettuano nei meridiani della milza e del cuore, donando così armonia alla digestione e migliorando lo stress psico-fisico. Il risultato è una sensazione di calma e leggerezza.

Come preparare la vostra crema rassodante

  • Crema fredda. Per preparare questa crema mettete a cuocere a bagnomaria in mezzo litro d’acqua un recipiente contenente un cucchiaio di alghe marine, rosmarino, aloe vera, menta, centella asiatica, coda cavallina, edera ed elastina. Alcuni di questi prodotti possono sembrarvi strani, ma potete tranquillamente trovarli in erboristeria. Mescolate tutti gli ingredienti e, non appena raggiunto il bollore, lasciate freddare e versate il composto in un contenitore di vetro. Conservatelo in un luogo riparato dal sole o, ancora meglio, in frigorifero in modo che si conservi al fresco.
  • Caffè per le gambe. Questa crema si utilizza principalmente per eliminare le cellule morte dalle gambe. È a base di caffè e l’ideale è utilizzarla dopo essersi depilati. Ingredienti: 4 cucchiai di zucchero, 4 cucchiai di caffè macinato, 1 cucchiaio di olio d’oliva, 1 cucchiaio di sale marino e 2 cucchiai di miele. Versate lo zucchero in un recipiente con il caffè macinato, l’olio d’oliva e il sale marino. Aggiungete il miele e con le mani applicatelo sul piede realizzando dei delicati massaggi circolari. Oltre a rimuovere le cellule morte. vi regalerà una sensazione di rilassamento.

scopri di piu'