Massaggio connettivale




Ecco un po’ di informazioni sul Massaggio connettivale

Dovete sapere che:

Il sistema del tessuto connettivo si divide in:

  1. epidermide (cute);
  2. derma sottostante;
  3. tessuto sottocutaneo generalmente di spessore maggiore che è ricoperto dal derma.

Quando andrete ad effettuare il massaggio connettivale, lavorerete su questi tre strati.

L’intento principale è quello di scavare e allentare le tensioni principali di modo da liberare il tossico accumulato nei vari strati.

Quando andiamo a fare il massaggio connettivale, questo evoca a livello cutaneo degli stimoli che vengono percepiti da delle terminazioni nervose e vengono poi elaborate dai centri di collegamento al midollo spinale. Questi stimoli arrivano fino alla parte nostra più cosciente, ovvero a livello cerebrale.

massaggio connettivale livello celebrale

Quando andiamo a fare il trattamento, applichiamo una manualità di trazione lungo i vari fasci muscolari e lungo tutte le zone corporee particolarmente indicate.

Che cosa contiene il tessuto?

 

Quando andiamo a fare un trattamento in massaggio connettivale, si possono creare delle modificazioni dell’irrorazione sanguigna e delle liberazioni di sostanze specifiche dei tessuti sottostanti. Così influenza la reazione chimica tessutale (pH) e di conseguenza la capacità locale o generale del tessuto connettivo di trattenere acqua.

Tutte queste manovre, per chi volesse ulteriormente approfondire, le potete trovare anche sul libro Massaggio connettivale secondo Dicke

Va ricordato che quando facciamo delle stimolazioni del tessuto connettivale, esso grazie ai suoi collegamenti con il sistema nervoso centrale, può provocare reazioni anche in organi molto lontani.

Le cellule del tessuto connettivo si dividono in:

  1. fibroblasti
  2. mastociti
  3. plasmacellule
  4. leucociti eosinofili
  5. linfociti
  6. monociti

Le fibre del tessuto connettivo si distinguono anche in collagene, reticolari ed elastiche.

massaggio connettivale legamenti e tendiniI tendini e i legamenti sono costituiti da fibrille collagene disposte pressappoco parallelamente.

Il massimo allungamento della fibrilla si aggira attorno al 5% per cui essa è particolarmente idonea alla trasmissione di forze di trazione.

Distinzione tra tessuto adiposo strutturale e di deposito

L’accumulo di tessuto adiposo di deposito dipende dallo stato di nutrizione dell’individuo. In caso di grave dimagrimento il grasso costituisce un materiale di riserva per il metabolismo cellulare, si scinde e viene gradualmente liberato e sostituito nelle cellule rimpicciolite da un liquido sieroso.

Il tessuto adiposo strutturale invece si conserva ampiamente anche in caso di forte dimagrimento, il grasso contenuto nelle guance non viene così facilmente utilizzato o ad esempio il grasso contenuto sui polpastrelli e palmi delle mani.

Compiti

Fra i compiti del tessuto connettivo troviamo anche quello riparativo, ovvero il saper riparare determinate ferite.

Caratteristiche

Le caratteristiche del tessuto connettivo sono resilienza, elasticità, viscosità, flessibilità, deformabilità, capacità di tornare alla forma primitiva dopo la deformazione.

Si è visto nell’arco degli studi che spesso le persone la mattina lamentano una particolare rigidità nei movimenti in particolare di mani, articolazioni in generale e schiena. Si suppone che la causa di ciò sia un’alterazione notturna della viscosità del liquido articolare, nelle articolazioni appunto, affette da reumatismo cronico.

massaggio connettivale tessuti

Sensibilità del connettivo

Nei vari strati del connettivo troviamo dei recettori sensitivi che possono essere resistenti in:

  1. meccanocettori
  2. propriocettori
  3. nocicettori
  4. termocettori

I meccanocettori hanno la funzione di percepire gli stimoli tattili dovuti a sensazioni di pressione, vibrazione e solletico a livello cutaneo.

I propriocettori hanno la funzione di captare le variazioni di lunghezza della muscolatura striata (danno un’informazione al nostro sistema nervoso di capire per esempio se anche ad occhi chiusi una gamba è allungata o flessa, se un braccio è disteso e in quale posizioni si trovi).

I nocicettori hanno la funzione di percepire gli stimoli dolorosi.

Infine abbiamo termocettori che hanno la funzione di percepire le variazioni di calore sulla nostra pelle oppure di capire se gli oggetti con cui veniamo in contatto sono caldi o freddi e quindi saperne cogliere la temperatura.

Ipertonia a carico del tessuto sottocutaneo

Di grande importanza per i fondamenti teorici del massaggio connettivale sono i problemi dell’ipertonia a carico del tessuto sottocutaneo.

Quando l’operatore si trova a trattare un muscolo in una situazione di ipertono, entrando in possesso di queste informazioni, ha la consapevolezza che quella zona andrà trattata con una manualità di massaggio connettivale per allentare le fibre più profonde in modo di allentare la massa muscolare.

Oltre a queste tecniche sul massaggio connettivale, esistono anche altri siti web che ne parlano. Ma noi preferiamo sviscerare ogni singolo aspetto con numerose foto e video… Continuate a seguirci!

Massaggio connettivale: benefici e controindicazioni

Questo tipo di massaggio è stato ideato da un’importante fisioterapista tedesca che si è resa conto che, attraverso l’esecuzione di alcune frizioni che vanno ad agire in profondità nella zona dell’osso sacro, riusciva ad alleviare il dolore e permettere al suo fastidio di migliorare notevolmente.

La prima cosa che possiamo evincere è che il beneficio principale apportato dai massaggi connettivali è assolutamente quello di saper lenire il dolore. Molti esperti, infatti, categorizzano il massaggio connettivale come la tecnica più completa della medicina massoterapica.

Parlando di questo tipo di massaggio, si può certamente dire che è in grado di normalizzare la tensione elastica dei tessuti riuscendo ad eliminare gran parte del dolore.

Dopo un massaggio connettivale i benefici saranno dovuti sicuramente alla stimolazione dell’area cutanea, e quindi superficiale, ed in seguito anche a quella più profonda, ovvero degli strati sottocutanei.

Questo tipo di terapia è rilevante soprattutto per quanto riguarda il trattamento delle malattie riguardanti gli organi interni al corpo.

Parlando degli effetti più nel dettaglio, possiamo dire che questi tipi di massaggi riescono, come di consueto, a stimolare la circolazione, ma in maniera più funzionale rispetto agli altri massaggi meno specifici. Tutto questo, avviene ovviamente grazie al tipo di manovre che vengono effettuate durante il massaggio connettivale ed anche al tipo di pressione utilizzata.

Se decidi di sottoporti a questo tipo di trattamento, è importante che tu sappia che la cute può in qualche modo reagire a questa  tipologia di manipolazione, e generalmente lo fa con manifestazioni di prurito, fino ad arrivare all’ecchimosi (piccolo ematoma). Questi effetti negativi, di solito, si verificano dopo la prima sessione di trattamento. Tuttavia, è bene non spaventarsi, in quanto, i risultati ed i benefici si vedranno in seguito.

È importante inoltre sapere che è consigliabile non sottoporsi ad un massaggio connettivale quando si ha l’influenza e/o la febbre, dopo un’indigestione, diarrea, con la cute infiammata o con scottature, e con  patologie relative al cuore. Tieni bene a mente questa indicazione perché si tratta di condizioni davvero molto influenti, in maniera negativa, sul trattamento.

Ora che sai quali sono i benefici e le controindicazioni del massaggio connettivale, potrai sicuramente lasciarti andare ad una seduta con molta più consapevolezza. Ricorda che è un trattamento in grado di alleviare il dolore e che, quindi, potrà esserti molto utile e potrà farti riscontrare diversi vantaggi. Il consiglio è comunque quello di affidarsi ad un professionista in modo che sappia dosare in maniera corretta la pressione nell’effettuare le varie manovre.

Francesco Ciaccia

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video-corso connettivale profondo

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.

Approfondimenti Massaggio connettivale

Massaggio connettivale alle gambe

Il massaggio connettivale alle gambe è molto efficace per tutte quelle donne che soffrono di cellulite. Questo trattamento infatti va ad agire in profondità lavorando con pressioni energiche sui tessuti. E’ consigliato a quei casi di cellulite sclerotizzata. Massaggio connettivale alle gambe: Come agisce? Il […]

Massaggio connettivale alla schiena

Il massaggio connettivale alla schiena ha lo scopo di andare a trattenere una determinata zona al fine di creare una sensazione di benessere locale e generale. Avviene attraverso manipolazioni specifiche che agiscono in profondità nei tessuti. Va a lavorare sul tessuto connettivo al fine di […]

Massaggio connettivale metamerico

Il massaggio connettivale metamerico è un trattamento molto efficace , che va a lavorare in profondità e produce benefici che si irradiano a tutto il corpo. Può essere utile per alleviare il mal di schiena, i dolori addominali, i dolori relativi alle articolazioni e cosa […]

Massaggio connettivale addome

Il massaggio connettivale all’addome è molto utilizzato e amato soprattutto da coloro che hanno l’odiata pancetta. La zona dell’addome è soggetta a tutta una serie di complicazioni che danno origine a diversi inestetismi. Dal gonfiore all’accumulo di grasso, fino a una situazione di muscolatura addominale […]

Massaggio connettivale riflessogeno

Il massaggio connettivale riflessogeno è molto indicato per gli sportivi e lavora sulle connessioni dell’apparato neurologico. Questa tipologia di massaggio nasce nel 1929 grazie ad Elizabeth Dicke che costretta a letto per una malfunzione alla gamba destra, dopo che i medici non le dettero più […]

Video massaggio connettivale

Il massaggio connettivale è un tipo di massaggio che agisce in profondità nei tessuti: la manipolazione spesso è profonda e non piacevole, però serve a smuovere tutte le tossine accumulate nei tessuti e nel corpo. Quindi spesso è in discussione se questo massaggio sia consigliato […]

Massaggio connettivale decontratturante

Il massaggio connettivale è una tecnica manipolativa che focalizza il suo trattamento sugli strati più profondi dei muscoli e del tessuto connettivo. Questa tipologia di massaggio è così definito in quanto agisce sul sistema connettivo, ovvero il sistema che provvede al collegamento, al sostegno e […]

Massaggio connettivale per la cellulite

Indice dei contenutiIl massaggio connettivale per la cellulite: come combatterla?Quali sono i tipi di massaggio per la cellulite?Consigli pre e post massaggio connettivale per la cellulite Il massaggio connettivale per la cellulite: come combatterla? Il massaggio connettivale per la cellulite è un massaggio non invasivo, […]

Massaggio connettivale al viso: come rendere la pelle più giovane

Indice dei contenutiCos’è il massaggio connettivale al viso?Ecco tutte le manovre per fare un massaggio connettivale al visoMassaggio drenante al viso: scopri come fare un auto-massaggio Cos’è il massaggio connettivale al viso? Lo stress e i ritmi di vita frenetici che caratterizzano la vita odierna non aiutano […]

Massaggio connettivale collo: come trattare la cervicale

Indice dei contenutiIl massaggio connettivale per cervicaliMassaggio connettivale per cervicali: scanalatura del cranioMassaggio connettivale per cervicali: i movimenti di uncinamento-trazione Il massaggio connettivale per cervicali In vista dell’uscita del video-corso completo, ti lascio alla visione di questo video dove spiegherò alcune peculiarità del massaggio connettivale per cervicali. […]

Massaggio Connettivale Profondo: impara la tecnica

Scopri tutti i benefici che può portare il massaggio connettivale profondo! RILASSANTE: scolla le aderenze della cute DECONTRATTURANTE: scioglie la muscolatura circostante all’area trattata MOBILIZZANTE: libera il movimento e il gioco articolare CIRCOLATORIO: migliora la vascolarizzazione POSTURALE: migliora l’assetto posturale RIFLESSOGENO: migliora la funzione dei […]

Scarica Genius!

Avrai per te 13 file audio .mp3 che ti spiegheranno le migliori Tecniche di Massaggio e come utilizzarle su tutti i tuoi clienti!

Scopri Genius!

Scopri l’offerta di questa settimana

>>> Colonna Vertebrale in OMAGGIO <<<