La volta scorsa ci siamo lasciati alle basi delle manualità da effettuare sul nostro cliente che lamenta la pubalgia (ma NON la cruralgia, mi raccomando!)

pubalgia e dolori

Fai un leggero impastamento per far sciogliere e decentrare la gamba. Questo servirà anche alla persona per prendere un attimo di respiro dal momento che tutti questi passaggi per trattare la pubalgia effettivamente sono anche un po’ fastidiosi. Considera che la zona è infiammata, quindi il dolore si fa sentire anche solo da un lato! La maggior parte delle volte dobbiamo lavorare entrambi e continuare con lo stretching per la pubalgia.

Mi raccomando metti sempre l’asciugamano a coprire le zone intime. Fai un dondolio per 2-3 minuti quando le gambe sono rannicchiate e i piedi sono molto vicini anche alla zona pubica.

Allentamento della zona bassa addominale

Dopo aver lavorato tutti i muscoli della zona e dell’interno coscia, dobbiamo lavorare anche i muscoli addominali della zona bassa addominale. Lo scopo è quello di dargli una liberazione dal loro stato di contrazione.

Quindi parti dalla parte bassa, premi al centro nel momento dell’ espirazione della persona e apri stirando proprio la muscolatura. Così darai anche uno stiramento a livello viscerale che va benissimo.

Proprio perché induce a un rilassamento profondo in particolare insisterai sulla zona più vicina possibile all’osso pubico. Ripeti più passaggi, io ti consiglio di farne 10 in tutto per trattare la pubalgia.

Allentamento della zona sacrale

Per fare proprio un lavoro da manuale, gli ultimi 5-10 minuti li devi dedicare a lavorare la zona sacrale. Da qui fuoriescono buona parte di queste nervature che vanno giù alle gambe.
Allora, come devi fare? Devi andare proprio a scollare la pelle in maniera da diminuire la compressione che altrimenti ci sarebbe su questa nervatura per via della pubalgia.

Quindi vai a scollare, parti dalla piega glutea e vai verso l’alto. Puoi andare anche verso il basso, non è un errore, però ti verrà sicuramente molto più facile scollarlo come ti sto dicendo io. Devi quindi creare questo piccolo “rotolino” sotto la pelle e portarlo verso l’alto aiutandoti magari con un po’ di crema. Avvisa il cliente che per 2-3 giorni potrebbe avere male!

E per la pubalgia questo è tutto! Se ti è piaciuto l’articolo o se c’è altro che vorresti sapere lascia un commento qui sotto, la tua opinione per noi è importante! Lo staff di ZoneRiflesse farà il possibile, per l’impossibile invece saremo attrezzati a breve!

Un abbraccio, il vostro

Francesco Ciaccia

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

corsi dei trattamenti specifici

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.