La tecnica del massaggio decontratturante è molto efficace ed utilizzata. Esistono diversi corsi di massaggio che si dedicano alla specializzazione in questo tipo di trattamento, in quanto è davvero molto utile ed ha un’azione particolarmente profonda.

 

Il massaggio decontratturante è un mix di tecniche e manovre che vanno a manipolare i tessuti che si trovano più in profondità, come ad esempio il tessuto connettivo e quello muscolare.

massaggio decontratturante un mix di tecniche

Alcuni tratti di questo trattamento, fanno molto pensare al massaggio svedese, tuttavia però, la pressione utilizzata nei movimenti del massaggiatore è solitamente più intensa.

Questo trattamento è un massaggio che ha uno scopo ben preciso. Questo significa che ogni terapista agisce al fine di raggiungere un solo particolare obiettivo: il rilascio della tensione cronica della muscolatura che si trova in una specifica area del corpo. Ad ogni modo può anche concentrarsi sul rilassamento muscolare a livello generale, e quindi per tutto il corpo. Tuttavia, lo scopo del massaggio decontratturante è principalmente questo (anche se ovviamente apporta ulteriori benefici).

Al fine di raggiungere questo obiettivo, il massaggiatore andrà a lavorare sulle zone critiche in modo da sciogliere le contratture e stimolare la circolazione sanguigna. Per fare in modo che tutto vada per il verso giusto, il fattore principale di questo trattamento è la pressione. Il terapista farà attenzione nel modificarne l’intensità, in base al problema che si trova al di sotto delle proprie mani.

Ma per capire bene tutto questo è necessario rispondere a questa domanda: cos’è precisamente una contrattura? Si tratta di uno stiramento muscolare che si è trasformato in un successivo indurimento del muscolo stesso. La contrattura è anche la conseguenza di un’azione difensiva che si presenta nel momento in cui un tessuto muscolare viene sollecitato eccessivamente. Perciò il muscolo si contrae e si crea la contrattura, che potrà essere risolta con un massaggio decontratturante.

La sessione di massaggio ha solitamente una durata di un’ora, in base alla problematica da risolvere e alla modalità di lavoro del professionista. È possibile che dopo la seduta, il paziente si senta dolorante per qualche giorno.

Tuttavia, anche se non è semplice da distinguere, il dolore post massaggio, sarà diverso dal dolore pre-massaggio: quello percepito dopo il massaggio, sarà simile a quello che proviamo dopo un intenso allenamento.

Cosa accade durante un massaggio decontratturante?

Le manovre e la pressione eseguite durante questo massaggio, faranno in modo che i tessuti vadano ad espellere i prodotti di scarto e l’acido lattico presenti nella zona contratta.

Solitamente, dopo il massaggio, il terapista consiglia al paziente di bere molta acqua, in quanto essa aiuta a trasportare gli scarto fuori dal nostro organismo. Inoltre potrà dare qualche ulteriore indicazione per alleviare il dolore successivo e, solitamente, si limiterà a consigliare l’applicazione di ghiaccio.

Ad ogni modo, anche se può sembrare che la condizione fisica sia peggiorata dopo un massaggio decontratturante, in realtà sarà avvenuto il contrario, e il dolore sparirà completamente dopo qualche giorno.

La cosa importante da sapere è che un massaggio decontratturante non può eliminare tutte le contratture presenti nel corpo in un’ora. Infatti, soprattutto per quanto riguarda i problemi cronici, il suggerimento è quello di sottoporsi a dei cicli di massaggio, abbinati ad esercizi generici, di postura ed utilizzo di tecniche di rilassamento.

separatore grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video corsi massaggi

 

 

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.