Come fare un massaggio rilassante alla schiena

Preparazione al Massaggio Rilassante

Per fare un semplice massaggio rilassante alla schiena avrete bisogno di un lettino da massaggio, in modo da avere un accesso migliore a tutta la schiena. I lettini professionali hanno un foro per il viso che permette di mantenere ben allineata la colonna vertebrale. Un’altra cosa fondamentale è la scelta del tipo di prodotto da applicare sulla pelle, per far sì che le mani scivolino meglio sulla pelle scegliete un olio da massaggio professionale. È importante la preparazione della stanza per poter creare la giusta atmosfera rilassante e confortevole. Altrettanto rilevante è la scelta della musica di sottofondo che può essere new age, ambient o classica; anche i suoni della natura sono perfetti per rilassare completamente la persona. Il volume deve essere preferibilmente basso, mentre le luci soffuse e la presenza di candele profumate aiuteranno a creare la giusta atmosfera.

Ecco tutte le tecniche del massaggio rilassante:

  • tecnica del effleurage: si inizia a spalmare olio caldo sulla schiena. Le mani devono essere calde. La tecnica più diffusa per spalmare olio sulla schiena viene chiamata effleurage,che significa sfioramento. Utilizzando il palmo delle mani si può effettuare un massaggio più leggero facendo dei movimenti ampi, lunghi o circolari;
  • la tecnica del petrissage : dove i movimenti sono brevi, circolari ed è richiesta una maggiore pressione per favorire la circolazione. Si deve usare il palmo della mano, i polpastrelli o anche le nocche facendo dei movimenti circolari;
  • movimenti di percussione: le percussioni consistono in una serie di tocchi brevi e ripetitivi compiuti sulla schiena;
  • l’impastamento: è una tecnica che, come suggerisce il nome, prevede una sorta di movimento alternato e ritmico delle mani.

Dopo aver massaggiato la schiena, per rendere ancora più piacevole e rilassante il vostro trattamento spostate la vostra attenzione sui piedi, sulle mani e sul viso. Queste sono tutte zone molto sensibili che non andrebbero mai trascurate. Il massaggio rilassante sarà utile per sciogliere la tensione, lo stress e la fatica di una giornata di lavoro.

Tutti i benefici del massaggio rilassante

Ogni tipo di massaggio ci offre dei benefici. Vediamo di scoprire quali sono questi effetti positivi:

  • un massaggio migliora la pelle in termini di luminosità e bellezza: si eliminano le tossine, le cellule morte e si ottiene una maggiore elasticità e distensione della pelle;
  • un buon massaggio aiuta a rilassarsi e a sciogliere lo stress accumulato durante la giornata;
  • un altro effetto evidente è allentare le tensioni, le contratture e i trigger point che si creano durante la giornata. Questo porta dei vantaggi anche a livello osseo e articolare;
  • un buon massaggio aiuta la stimolazione linfatica. Il contatto con la pelle porta ad un movimento dei liquidi. Di conseguenza abbiamo un netto miglioramento del sistema immunitario e un beneficio anche a livello estetico grazie all’aumento della microcircolazione. Questo effetto rigenerante e in grado di combattere infiammazioni e edemi;
  • miglioramento dell‘apparato cardiocircolatorio. Un miglior flusso ematico rafforza le funzionalità del cuore;
  • diminuzione dello stress. Lo stress provoca la tensione muscolare e proprio questa tensione può provocare il blocco del nostro stato di benessere. Quindi eliminando queste tensioni, ne trarrà beneficio tutto il nostro organismo;
  • respirazione: troviamo dei miglioramenti anche nell’apparato respiratorio. Il maggior stato di rilassamento e il minor grado di ansia rendono più facile la respirazione ed una migliore ossigenazione del sangue e dei tessuti;
  • miglioramento della digestione e della peristalsi: anche l’apparato digerente ne trae beneficio ad esempio in caso di gastrite. Ne trae beneficio in questo modo anche l’intestino, grazie alla stimolazione della peristalsi ed avendone un giovamento in caso di stitichezza cronica.

Il massaggio reca benefici a chi ne usufruisce ed è utile per combattere lo stress e migliorare le funzionalità generali del nostro corpo. È una coccola per tutti che porta con sé un nuovo stato di benessere.

Il massaggio rilassante deve essere eseguito con movimenti lenti e avvolgenti, esercitando pressioni più o meno profonde. Nel massaggio è molto importante il rapporto che si instaura tra il massaggiatore e chi riceve il massaggio. Chi lo esegue deve essere libero da stress e cattivi pensieri ed essere ben disposto verso chi riceve il massaggio.

scopri tutti i benefici del massaggio rilassante

Il massaggio rilassante: scopri che cos’è

Il massaggio rilassante è una pratica che risale a molti secoli fa, utilizzata per eliminare la fatica, alleviare il dolore, rilassare e consentire una più facile applicazione di oli sulla pelle. Troviamo i primi riferimenti storici in documenti della Cina antica risalenti al 2700 a.C. e così pure nei testi antichi indiani. Questa tecnica si diffonde in seguito nel resto del mondo assumendo caratteristiche diverse a seconda delle varie culture. Infatti oltre al massaggio rilassante abbiamo anche quello drenante, metamerico, la riflessologia plantare e molti altri per ogni esigenza.

Il massaggio rilassante ha la funzione di stimolare il rilassamento e donare consapevolezza del proprio corpo. La tecnica varia a seconda delle esigenze della persona da trattare.

In genere il massaggio rilassante viene fatto sulle spalle e sulla parte bassa della schiena. Aiuta a sciogliere tutte quelle tensioni muscolari che si accumulano in questa zona. Volendo si può estendere il massaggio anche su altre zone del corpo come piedi, gambe, braccia e mani così da raggiungere un relax totale.

Per svolgere correttamente questo massaggio bisogna creare il giusto ambiente. Le luci soffuse, le candele profumate, un lettino professionale, una musica rilassante contribuiscono a creare la giusta atmosfera.

Le mani del massaggiatore, che devono essere calde, eseguono dei movimenti fluidi alternati con leggere pressioni eseguite con il palmo delle mani. È importante non improvvisarsi massaggiatori ma affidarsi a dei seri professionisti per ottenere il massimo dei risultati.

Il massaggio rilassante viene indicato per rimuovere lo stress, la tensione fisica e mentale. Normalmente un trattamento dovrebbe durare minimo 40 minuti. Durante la seduta il massaggiatore va a lavorare con maggiore insistenza nelle zone in cui si accumulano tensioni e che necessitano di una maggior attenzione.

Per ottenere il massimo del beneficio l’ideale sarebbe concedersi almeno 3 sedute alla settimana.

Ecco come fare un massaggio decontratturante alla schiena

Il massaggio alla schiena è rivolto a tutti coloro che soffrono di una contrattura muscolare. Le spalle e la schiena sono punti che sostengono tutta la tensione della giornata. Si comincia a prendere contatto con la persona che riceve il massaggio con una carezza e con l’ascolto. Inizia così una vera comunicazione fatta con le mani. Applichiamo l’olio precedentemente scaldato. La sensazione dell’olio tiepido sulla pelle è molto piacevole e produce grandi benefici. Si inizia a strofinare l’olio sulla schiena con un movimento fluido. Accarezziamo con le mani, sentiamo la temperatura del corpo e il grado di untuosità e secchezza della pelle. Bisogna percepire il livello di rigidità e durezza. Noi possiamo sentire se una schiena è morbida sotto le nostre mani oppure no.

Possiamo considerare le persone più vicine e prenderle come elemento di paragone per capire se la schiena è contratta o sciolta. Le dita del massaggiatore si muovono fluidamente oppure c’è una condizione di rigidità .

Si deve prestare maggiore attenzione quando c’è una schiena molto dura e molto rigida. Infatti durezza può denotare fragilità. Pensate alle persone rigide che nascondono una certa vulnerabilità e una certa paura. Scaldiamo bene la schiena, strofinando su e giù finché non sentiamo la schiena molto calda. La cosa più importante è rendere calde e sciolte le parti che andiamo a massaggiare. Infatti il calore rende più malleabili le parti che andiamo a massaggiare. Iniziamo quindi a concentrare la nostra attenzione sulla tecnica dell’impastamento che aiuta a sciogliere la tensione e rende più morbida la parte del corpo da trattare.

La parte superiore della schiena è una zona che viene contratta molte volte durante la giornata e noi non ce ne rendiamo neanche conto. Un massaggio decontratturante ci scioglie, ci scalda e ci accarezza e ci mette in una condizione di benessere e relax. Ci aiuta ostacolare quell’incessante movimento di contrazione che avviene durante la giornata. Ricevere un massaggio di questo tipo ci permette di ritornare ad una condizione migliore. La colonna vertebrale ha la funzione di sostenerci e la sua mancata elasticità ci rende vulnerabili e fragili. La via per la stabilità è la morbidezza.

Il massaggio decontratturante ha come obiettivo quello di sciogliere le contratture muscolari.

Coloro che soffrono di questo tipo di problema in genere sono gli atleti e i grandi sportivi. Infatti tutte le squadre di calcio, di basket ecc. hanno nel loro team uno o più massaggiatori.

I muscoli contratti sono più deboli e soggetti a spasmi. Il massaggio deconttratturante può essere molto utile per alleviare il dolore che proviene dalle contratture muscolari. Il trattamento nasce a scopo terapeutico ma può anche essere scelto come forma di prevenzione. In genere il massaggio riguarda una determinata area del corpo ad esempio gambe, schiena o zona lombare. Ma è un metodo molto efficace per combattere la cervicalgia. Lo scopo è quello di riportare a un livello normale il tono dei muscoli utilizzando delle giuste pressioni e sfregamenti per raggiungere lo scioglimento della contrattura. Una seduta può variare da 30 a 60 minuti a seconda della contrattura da affrontare. Il numero dei trattamenti varia a seconda delle problematiche da affrontare. Il trattamento viene eseguito utilizzando oli specifici e oli essenziali.

Durante la seduta si riattivano molti centri nervosi e si possono notare subito i benefici. I massaggi oltre ad avere un azione positiva a livello muscolare migliorano anche la circolazione e l’ossigenazione in tutto il corpo e nei tessuti cutanei. Inoltre facilita l’eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso.

Il massaggio decontratturante deve essere eseguito da una persona esperta che abbia la giusta preparazione.

Gli elementi più importanti in questo tipo di massaggio sono:

  • la pressione su alcune determinate aree;
  • i colpetti localizzati;
  • l’utilizzo di oli specifici e anche oli essenziali.

Le parti del corpo maggiormente interessate in questo tipo di trattamento sono:

  • la schiena;
  • il collo e le spalle;
  • le gambe e i polpacci.

Il massaggio decontratturante oltre a sciogliere le contratture muscolari ha anche lo scopo di ridare elasticità ai muscoli che hanno difficoltà nei movimenti eliminando la rigidità e il blocco articolare. Inoltre migliora la digestione ed elimina l’ansia.

La cervicalgia è un disturbo che riguarda la zona della cervicale. La sindrome si divide in tre gruppi:

  • la cervico-cefalica: che provoca vertigini, cefalea, disturbi alla vista e all’ udito;
  • La cervico-brachiale rigurda: il collo, il braccio e la mano;
  • la cervicalgia riguarda: tutta la regione cervicale.Il trattamento inizia rilassando la zona interessata e poi in un secondo momento si procede con una fase che va più in profondità fino a sciogliere la contrattura. Il massaggio decontratturante se viene eseguito in un centro massaggi costerà circa 70 euro a seduta. Per operare in questo settore è opportuno avere una qualifica frequentando una scuola privata per massaggiatori o corsi pratici e specifici.

ecco come fare un massaggio rilassante alla schiena

Le tecniche del massaggio rilassante

Vediamo di scoprire quali sono le manovre fondamentali da effettuare per chi desidera conoscere da vicino con consapevolezza il mondo dei massaggi che regalerà benessere sia a chi lo fa e sia a chi lo riceve. Quando si averte dolore in una determinata area del corpo viene in modo istintivo massaggiarsi e toccare con le mani i punti doloranti. Ma il massaggio è anche un modo efficace per riappacificarci con il nostro corpo ed è un piacere sia per chi lo fa che per chi lo riceve. È sicuramente un mezzo straordinario per accendere l’energia fisica e mentale e per ritrovare un benessere che si avverte sia a livello fisico (il massaggio favorisce la circolazione sanguigna e linfatica) che psicologico (attraverso l’accrescimento della consapevolezza del proprio corpo). La manualità del massaggio veicola attraverso la pelle stimoli che agiscono positivamente su organi e tessuti. Aiuta a dare e mantenere la forma fisica e favorisce l’elasticità, l’idratazione della pelle e la sua tonicità.

Come eseguire un massaggio rilassante:

  1. utilizzando i palmi delle mani fate dei movimenti ampi e lunghi nella zone della schiena, le natiche e le cosce. I movimenti possono essere anche circolari;
  2. l’impastamento viene usato per sciogliere le tensioni muscolari. Si tratta di “impastare” alcuni punti. Pizzicare i muscoli con il palmo, le dita,e il pollice;
  3. fare pressione con le dita o i pollici per rilassare alcuni punti precisi facendo dei piccoli cerchi;
  4. picchiettare la schiena e le natiche con la punta delle dita per tonificare la muscolatura.

Alcuni elementi importanti per fare un buon massaggio sono:

  1. l’energia mentale usata dal massaggiatore per toccare la pelle
  2. il ritmo è molto importante. Le manovre devono essere graduali e non brusche;
  3. non parlare ma cercare la concentrazione sul respiro;

I diversi tipi di massaggio:

  • Massaggio connettivale:è un tipo di trattamento terapeutico che si concentra sugli strati più profondi dei muscoli e del tessuto connettivale. Stimola irrorazione sanguigna migliorandone la circolazione, scioglie le cellule adipose, tonifica ed ossigena. Combatte il rilassamento cutaneo facilitando l’eliminazione dei liquidi in eccesso e della cellulite. È utile soprattutto per dolori cronici e contratture ed inoltre aiuta a sciogliere la rigidità a livello di collo schiena e muscoli delle gambe.
  • Massaggio anticellulite: viene eseguito su zone specifiche del corpo dove si formano le cellule adipose che causano la cellulite. Con delle specifiche tecniche il tessuto adiposo viene sciolto.
  • Massaggio dermo-rassodante: per riattivare la microcircolazione sanguigna e linfatica,la riossigenazione dei tessuti superficiali e per ottenere una maggiore tonicità rassodando la pelle.
  • Massaggio muscolare – decontratturante: è un massaggio che interessa la parte muscolare. Viene eseguito con un insieme di tecniche in allungamento che aiutano a rilassare e a sciogliere le contratture. Allevia i più comuni disturbi come torcicollo, lombaggini, mal di schiena ed emicrania.
  • Massaggio sportivo: è un massaggio che riguarda la parte profonda della muscolatura. Aiuta a tonificare le fasce muscolari. Riduce le tensioni muscolari e ammorbidisce i tessuti. Stimola la circolazione sanguigna e aiuta a mantenere la tonicità del muscolo. È adatto soprattutto a chi svolge un’intensa attività fisica .
  • Massaggio olistico-antistress: è un massaggio rilassante che aiuta a ridurre lo stress e le tensioni muscolari. Il termine olistico secondo la tradizione che ad esso si ispira indica che il corpo viene considerato come un Essere Unico e irripetibile. I benefici riguardano le articolazioni, i muscoli, l’aponeurosi di contenimento, il sangue, la linfa, il tessuto cutaneo e l’energia globale. Si riequilibrano i chakra, i meridiani energetici, i flussi e l’Aura. Tecnica che ha come obiettivo il mantenimento del benessere corporeo.
  • Linfodrenaggio Vodder: aiuta a riattivare il sistema linfatico, eliminando le tossine dai tessuti e riequilibrando la circolazione emolinfatica. Sgonfia gambe ed addome, riattiva l’eliminazione naturale dei liquidi che ristagnano nelle cellule adipose e causano la cellulite. Ha una funzione disintossicante ed è consigliato alle mamme in dolce attesa.
  • Massaggio chakra kundalini: le origini di questo trattamento derivano da un antica dottrina Indù che concerne l’equilibrio della persona sia a livello spirituale che energetico. L’obbiettivo è quello di condurre verso una potente Esperienza Sensoriale. È possibile ottenere questa finalità solo se i canali energetici e i chakra sono aperti e senza blocchi. Le mani si muovono con movimenti rotatori su determinati punti che corrispondono ai chakra con lo scopo di riattivare l’energia, eliminandone i blocchi.
  • Hot stones massagge: in questo tipo di massaggio vengono usate le pietre laviche che mantengono molto bene il calore. Le pietre vengono scaldate e posizionate in alcuni punti energetici del corpo chiamati Chakra, che devono essere riequilibrati. Aiuta a combattere i dolori muscolari e reumatici, a sciogliere le contratture, migliorare il movimento delle articolazioni, e della colonna vertebrale. Migliora la ritenzione dei liquidi e la circolazione arteriosa. Leviga e rilassa la pelle. Combatte lo stress, l’insonnia e la depressione.
  • Riflessologia plantare: nel piede ci sono moltissime terminazioni nervose che se stimolate ripristinano una stato di equilibrio ed armonia nelle funzioni precedentemente alterate dell’organismo. Questa tecnica sfrutta il massaggio su punti specifici del piede per ristabilire un equilibrio del corpo. La stimolazione di alcuni punti di riflesso sui piedi, relazionati energicamente con organi e apparati, consente di intervenire su eventuali squilibri dell’organismo.
  • KYLIKITULY: si tratta di uno sfioramento lento sulla pelle senza uso di creme e oli. Lo sfioramento viene eseguito alternando un “picchiettare” e un “pizzicare” e facendo delle pressioni medie superficiali.
  • Massaggio kayasekam: fa parte delle tradizione indiana e viene eseguito contemporaneamente da due massaggiatrici. Il corpo viene totalmente ricoperto con un olio e con una tecnica veloce che riscalda tutto il corpo. Una seduta può durare dai 30 ai 50 minuti.
  • Massaggio shirodhara: massaggio indiano che riguarda la testa e il viso. Allevia i disturbi nervosi psicosomatici, la depressione, l’ansia, scioglie le tensioni e le nevralgie, infiammazioni. Rilassa il viso e attenua le rughe.
  • Massaggio schiena collo: moltissime persone soffrono di dolori al collo e con un buon massaggio questi dolori si possono alleviare riducendo la sintomatologia dolorosa.Per un massaggio al collo è importante che la schiena sia diritta e rilassata. Esegui quindi dei movimenti lunghi e leggeri. Riscalda i muscoli iniziando gradualmente il massaggio per poi proseguire con delle pressioni più profonde nei muscoli tesi. Fai scivolare le dita su e giù per il collo e pizzica lungo la nuca. Poi applica pressione all’esterno delle scapole. Massaggia subito sotto la clavicola e la parte alta della braccia.I muscoli delle spalle, collo, schiena e braccia sono strettamente legati. Usa tutte le parti della mano:
  • i palmi per esercitare una pressione leggera;
  • la punta delle dita per una pressione più decisa;
  • le nocche sui muscoli che sono tesi.
  • Non massaggiare le ossa ma solo i muscoli. Infatti il massaggio aiuta a sciogliere la rigidità muscolare. Questo tipo di problema può essere causato da una vita sedentaria o dalle posizioni scorrette. Un buon massaggio permetterà a sciogliere la tensione donando subito una sensazione di sollievo e benessere.

 

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’

ecco il video-corso di massaggio base

 

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.

Scopri tutti i prodotti da massaggio disponibili sul nostro sito cliccando sul bottone verde “SCOPRI L’OFFERTA”