In molti vogliono imparare come fare il massaggio alla schiena. Ci sono moltissime tecniche da imparare ma vediamo in questo post di esserti di aiuto in modo di insegnarti come si fa. Innanzi tutto devi procurarti un lettino da massaggio in modo di far accomodare il tuo cliente in posizione corretta e anche tu possa avere la massima libertà di azione.

Di solito iniziare un massaggio schiena con un cliente nuovo è bene sempre iniziare con cautela e fare tutte le domande del caso in modo di essere certi di non provocare un peggioramento. Ecco di seguito le domande che sono usale fare prima di procedere con il massaggio alla schiena

Da quanto tempo soffri di mal di schiena?

Sapere da quanto tempo ne soffre ci da subito ottimi indicazioni su come procedere. Sicuramente un dolore persistente da anni sarà differente da quello di una persona che ne soffre da una settimana. E’ bene capire la differenza tra il dolore alla schiena e dolore da infiammazione alla schiena. Come distinguerlo?

L’infiammazione alla schiena è molto acuto e peggiora con lo stare fermo in quanto i liquidi tendono a stagnare e intrisi di tossine peggiorano le situazione. Infatti fino a qualche anno fa i medici consigliavano assoluto riposo (della serie stai a letto per 10 giorni); poi quando hanno capito che la situazione tendenzialmente peggiorava hanno cambiato strategia e quindi adesso il consiglio terapeutico è: movimento senza esagerare. Il dolore da affaticamento alla schiena (più blando da quello da infiammazione), migliora con il riposo in quanto la muscolatura si rilassa. Il massaggio della schiena in questo caso sarà di due tipi:

Nel primo caso dovrai fare il linfodrenaggio alla schiena in modo da drenare tutto il tossico; in questi casi è l’unica manualità che ti viene concessa.

Se invece si tratta di uno dei normali mal di schiena di seguito ti insegnerò tutti i passaggi che puoi fare per migliorare la loro situazione e intervenire sul dolore.

Hai qualche ernia alla schiena?

Sapere se la persona ha qualche ernia può cambiare completamente il nostro modo di massaggiare quella persona. Di solito se ci sono delle ernie si trovano al 90% nella zona lombare e lombo-sacrale. Solo il 10% circa soffre di ernie cervicali. Avere ernie all’altezza delle dorsali è pressoché impossibile se non molto molto raro. Per le sacrali è pressoché impossibile avere delle ernie in quanto le vertebre sono fuse assieme.

Da notare che la maggior parte delle volte si tratta solo di “punte di ernie” e non situazioni patologiche. Con il massaggio alla schiena si distendono i fasci muscolari e si rilassa la compressione del disco intervertebrale il quale non comprimerà più sulle radici nervose e il mal di schiena migliorerà di molto. Ovviamente in questi casi ti concentrerai molto con manualità di distensione e allungamento della colonna vertebrale. NON FARE MOVIMENTI DI TORSIONE DELLA COLONNA.

Ti fa male la schiena anche mentre dormi?

Questa domanda ti fa capire se si tratta di infiammazione alla schiena (si svegliano che gli fa molto male) oppure semplice tensione e contratture varie (si svegliano che non hanno male e peggiora con il movimento). Il mio consiglio è di procedere con un massaggio schiena come di seguito ti indicherò per circa 20 minuti e dedicare 10 minuti di linfodrenaggio alla schiena.

Ecco di seguito i migliori passaggi di massaggio alla schiena:

Spalmare l’olio o la crema

Beh dai fino qui niente di difficile. L’unico consiglio che mi sento di dirti è di scaldare bene l’olio sulle mani prima di procedere con il massaggio alla schiena. Fai movimenti lenti e profondi anche se sei solo nella fase iniziale

Fai le aperture dei tessuti

Cosa significa fare le aperture dei tessuti? Semplice devi fare dei movimenti a mano piena che vanno dalla colonna verso i fianchi in modo di dare in primo input ai muscoli di distendersi. Non solo i muscoli ma tutto anche il tessuto connettivo inizierà a distendersi. Sono passaggi che vanno fatti lentamente e molto profondi. Quindi usa pure una pressione decisa (ma senza fare male ovviamente)

Impastamento dei muscoli della schiena

Inizia con degli impastamenti che vadano dal fianco fino al collo. Prima tutto su un lato e poi passa all’altro lato. In base a come fai gli impastamenti ricordati che dai degli input al corpo di “stimolo o relax”. Dipenderà dalla intensità e velocità del massaggio.

Distensioni dei fasci muscolari

I fasci muscolari paravertebrali sono responsabili della posizione eretta della colonna vertebrale. Se si trovano in situazioni di tensioni possono dare origine anche a ernie discali. Come fare quindi?

trapezio e dorsale

Il mio consiglio è di lavorare con gli avambracci! Uno si aggancerà all’altezza della cresta iliaca e con l’altro potrai fare degli allungamenti in fase di “espirazione” del cliente arrivando fino a sotto il collo. In questa fase potresti sentire dei Crock dati dalla rottura di bolle di aria che si trovano all’interno degli spazi intervertebrali.


Tecnica dello scollamento alla schiena

Lo scollamento della schiena forse rappresenta il passaggio migliore che tu possa fare in quanto sotto le tue mani ci sono tutti i nervi del sistema nervoso periferico e a loro volta vanno a innervare i vari organi. Lo spiego bene nel corso del Massaggio Metamerico e credimi il mio consiglio è di accedevi subito in quanto si tratta della manualità principe del massaggio.

il massaggio di scollamento alla schiena

Come si effettua questa tecnica? Semplice devi fare un palper-rouler (palpè rulè) in direzione dalla colonna verso l’esterno. In linea di massima la maggior parte lo puoi fare come appena indicato anche se di notevole efficacia è anche lo scollamento scomposto (ovvero in tutte le direzioni) con l’unico intento di scollare le parti di tessuto più tese. Questi passaggi sono però a volte un po dolorosi in quanto le fibre di connettivo si incollano tra i tessuti. Il beneficio però che si ha una volta scollate è enorme

Scanalatura delle vertebre durante il massaggio schiena

Dopo che hai fatto tutti i passaggi sopra descritti potresti dedicarti alla scanalatura delle vertebre. A dire il vero si tratta di scanalature della muscolatura paravertebrale, la più adiacente alle vertebre in modo da dare ampio respiro ad esse e aumentare la loro mobilità. Nel corso di Tecnica Vertebrale (lo trovi cliccando sul banner qui sotto) spiego bene come massaggiare la schiena fino ai particolari più profondi in modo da essere sicuro di come si effettua un massaggio schiena a regola d’arte. 

 

Francesco Ciaccia

separatore_grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video-corso tecnica vertebrale

 

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.