A volte si pensa che il massaggio classico, solo perché viene chiamato in questo modo, sia semplice e poco dettagliato. Invece, anche se è alla base di molti altri massaggi più specifici, non va sottovalutato, in quanto comprende anche dei particolari meccanismi d’azione da prendere in considerazione se si vuole effettuare un ottimo trattamento. Inoltre, le manovre di base possono disporre di variazioni.

 

Anche per effettuare un massaggio classico, è importante avere la manualità giusta, o sviluppare ed affinarla a dovere. Inoltre, bisognerà essere in grado di onorare alcuni meccanismi d’azione di questo tipo di trattamento, in quanto sono proprio questi che, solitamente, rendono il tutto efficace e funzionale.

massaggio classico comprende anche dei meccanismi d'azione

Bisogna partire dal fatto che ogni manualità è capace di apportare dei cambiamenti fisiologici al corpo del paziente. Sostanzialmente, per fare in modo che tutto questo avvenga in maniera corretta, si dovrà imparare a distinguere, conoscere ed effettuare questi due meccanismi che sono alla base del massaggio e del suo funzionamento: l’azione diretta o meccanica, l’azione indiretta o neuroriflessa.

La prima consiste nella stimolazione fisica che viene effettuata direttamente sui tessuti e sugli organi da trattare. Quando invece si tratta di azione indiretta o neuroriflessa e massaggio classico, si parla di stimolare alcuni recettori nervosi (che si trovano nella pelle, nel tessuto connettivale, nella muscolatura, nei tendini, nei legamenti e nelle articolazioni…) che andranno a trasmettere lo stimolo al sistema nervoso, che risponderà andando a creare i cambiamenti fisiologici che si stava cercando.

Quest’ultimo, è quindi un meccanismo d’azione riflesso che si racchiude comunque nella manualità del massaggio classico. Come vedi, è ben diverso dal primo. Perciò, questo è uno dei motivi per cui non si dovrebbe sottovalutare un trattamento basico e pensare che sia semplicistico anche a livello di apprendimento.

In più, c’è da dire che durante il massaggio classico effettuiamo sempre le stesse manovre… La verità è che, anche se spesso non ce ne accorgiamo, utilizziamo diverse tipologie della stessa manovra in modo da cambiare il risultato.

Ad esempio, quando si parla di sfioramento, esiste quello superficiale e quello appoggiato. Quello superficiale non è altro che lo sfioramento classico, quello in cui le mani vanno a scivolare sulla pelle. Esso serve a creare un primo contatto fisico e ad spandere il prodotto da massaggio utilizzato. Inoltre permette al massaggiatore di accorgersi di eventuali anomalie sotto-cutanee e delle zone che hanno maggiormente bisogno di essere trattate con il massaggio. Parlando dello sfioramento appoggiato, invece, ci si riferisce all’utilizzo di una maggiore pressione, utile per contribuire al drenaggio, all’eliminazione degli scarti e delle tossine.

Parlando del massaggio classico, oltre ai meccanismi d’azione ed alle due tipologie di sfioramento, possiamo anche dire qualcosa riguardo alle altre manovre di base.

Sicuramente conosci la frizione e l’impastamento, ma si può parlare anche di scuotimento, rotolamento, battitura a coppetta, percussione ulnare e a pugnetto, vibrazione, pizzicamento, e pressioni manuali profonde.

Come vedi, il massaggio classico, pur essendo tale, ha molte particolarità nascoste e molti meccanismi che spesso usiamo inconsapevolmente. Durante i nostri video corsi, potrai imparare tutto quello che c’è da sapere e scoprirai moltissime cose importanti che fanno parte del mondo del massaggio.

separatore grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video corsi massaggi
Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.