Benvenuto nel mio blog! Oggi voglio spiegarti come fare per trattare la spalla dolorosa

Eccoci qua, adesso dobbiamo trattare la spalla dolorosa. Prima però dobbiamo osservare una differenza. Noterai che le persone quando verranno da te a farsi massaggiare ti diranno:” guarda mi fa male la spalla…”.

Tu in questo caso devi chiedere:” ascolta ti fa male la spalla dentro l’articolazione, o è un dolore dalla scapola dietro”. Se ti dice che le fa male dietro, bene, allora lì sei nella sua zona scapolare.

Quindi adesso ti andrò ad insegnare sia come fare il trattamento della spalla (come articolazione proprio scapolo-omerale), sia, successivamente, come allentare la muscolatura dietro la scapola.

come trattare spalla dolorante

Scollamento della spalla

Adesso dobbiamo scollare la spalla. Quindi, prendo la pelle (dedicaci attenzione mi raccomando), non fare un lavoro grossolano ma entra nello specifico anche laddove la pelle dovesse risultare molto più incollata.

Vado a scollare e lavoro bene tutta l’articolazione della spalla, mi posso portare anche giù leggermente verso il braccio.

Mobilizzazione della spalla

Presta molta attenzione a questo passaggio. Quello che devi fare è agganciare l’avambraccio del cliente sotto il tuo braccio e stringerlo bene con le mani. Ti appoggi sulla sua spalla e il movimento per fare smuovere questa articolazione viene fatto dal tuo corpo. La spalla ovviamente segue questo movimento.

Adesso rifarai il movimento ancora una volta: quindi prendi il suo avambraccio e aggancialo bene sotto il tuo braccio. Metti una mano sotto la spalla e l’altra sopra. A questo punto inizi a fare questo movimento: vai su, tiri verso l’esterno e scendi scendi. Ripeti per circa 5-6 volte.

Il movimento mi raccomando viene fatto dal tuo corpo, non muovere la spalla con le mani. Le tue mani accompagnano soltanto questo movimento.

Spinte verso il basso e stretching

Bene, ora dobbiamo fare lo stretching dei legamenti. Quindi con una mano teniamo il polso e con l’altra mano faccio delle pressioni verso il basso.

Mi raccomando, devono essere pressioni dolci proprio perché così l’omero tende a uscire dalla sua sede. Questo serve sia per smuovere i liquidi al suo interno, sia per allentare i legamenti della spalla.

Te lo rispiego: quindi devi fare delle pressioni. La mia mano sinistra spinge, la mia mano destra sta ferma (al massimo sollevi leggermente il polso, però tutto il lavoro viene fatto dalla mia mano sinistra che appunto spinge l’articolazione).

Questo movimento lo ripeti per 5 volte, poi fai una pausa (o magari gli dai ancora una passatina in scollamento), e lo ripeti per altre 5 volte.

Dondolio del braccio

Adesso dobbiamo fare il dondolio, ovvero dobbiamo prendere il braccio e sollevarlo leggermente. Una volta che l’abbiamo agganciato,  iniziamo a fargli fare un dondolio.

Ciò serve per la spalla, perché con questi movimenti ad onda, tende proprio a spostare i liquidi al suo interno. Se questo liquido sinoviale è infiammato, con questi movimenti tende appunto a essere come “spinto” fuori dalla spalla, si rigenera e rientrerà di nuovo.

Di conseguenza l’infiammazione passa in maniera molto più veloce.

Francesco Ciaccia

video-corso trattamenti specifici

 Scopri di più