Il massaggio sportivo è una forma di allenamento che viene praticato, generalmente, prima e dopo un impegno agonistico. Il massaggio sportivo si distingue da quelli che generalmente sono fatti per i recuperi durante gli infortuni. Le due tipologie di massaggi, infatti, sono praticati da professionisti diversi con differenti competenze.

Il massaggio sportivo e le origini

Le origini del massaggio sportivo risalgono alla medicina popolare greca e latina. La popolazione greca fu la prima ad utilizzare questo trattamento in occasione dei Giochi olimpici. Personaggi della cultura greca come Omero e Ippocrate furono sostenitori del massaggio sportivo tanto che, nei loro racconti, esaltarono le sue virtù terapeutiche.

In Italia, il massaggio sportivo fu praticato inizialmente nei Complessi Termali e successivamente iniziò ad essere utilizzato come trattamento sportivo per le prestazioni fisiche dei Gladiatori.

Il massaggio sportivo: per chi è adatto?

Il massaggio sportivo si delinea come un massaggio adatto a tutti coloro che si dedicano all’attività fisica. In realtà, non dovrebbe essere una prestazione occasionale. Il massaggio sportivo dovrebbe essere parte integrante nella vita di ogni sportivo anche e soprattutto quando si è subito un infortunio. Questa manipolazione, infatti, permette di mantenere il corpo e ripristinare la mobilità del tessuto muscolare danneggiato, valorizzando le prestazioni personali e prolungando la complessiva carriera sportiva di ogni atleta e non.

Il massaggio sportivo, le fasi e le tecniche

Il tipo di massaggio varia a seconda della disciplina sportiva praticata. Si pensa che il massaggio sportivo sia riservato ai soli atleti. In realtà, questa manipolazione è molto adatta agli atleti amatoriali che, per il poco allenamento, possono facilmente incorrere a infortuni muscolari di vario genere.

Generalmente, il massaggio sportivo si divide attraverso tre tecniche di massaggio:

  • Il massaggio pre-gara serve a preparare l’atleta allo sforzo fisico. Generalmente, è composto da manovre rapide e veloci non profonde in maniera tale da favorire la vascolarizzazione e l’aumento della temperatura muscolare. Questo massaggio non può sostituire la fase di riscaldamento ma può essere una terapia da affiancare ad esso in maniera tale da ridurre al minimo eventuali traumi muscolari.
  • Il post-gara. Il massaggio sportivo post-gara si effettua subito dopo una competizione sportiva per aiutare l’atleta ad accelerare il recupero muscolare e l’eliminazione dell’acido lattico. Le manipolazioni in questa fase sono molto lente, rilassanti e drenanti e aiuta il rilassamento muscolare, favorendo il recupero psicofisico e aiuta a guarire i piccoli microtraumi.
  • Il trattamento di mantenimento e defaticante si effettua, generalmente, almeno 48 ore dopo una prestazione sportiva. Il massaggio prevede manovre profonde associate al massaggio decontratturante per riallungare le fibre muscolari. Questa manipolazione non sostituisce la fondamentale pratica dello stretching muscolare ma la affianca portando notevoli benefici: è doloroso ma già dal giorno successivo se ne apprezzano i risultati.

il massaggio sportivo: le fasi e le tecniche

Il massaggio sportivo: le modalità di esecuzione

Il massaggio sportivo potrebbe essere definita una scienza nuova che ha avuto una grande apertura negli ultimi anni e che a differenza delle altre, possono godere tutti dei suoi benefici indipendentemente dell’età e dal proprio livello di prestazioni.

Per eseguire il massaggio sportivo è necessario avvalersi di diverse tecniche: il frizionamento, lo sfioramento, la vibrazione, la percussione e non solo.

Il massaggio sportivo si pratica, generalmente,  a mani nude con oli e creme adatte a permettere maggiore fluidità nel massaggio, non permette la formazione dell’attrito che provocherebbe abrasioni e irritazioni.

Generalmente per la cura di traumi e malattie dell’apparato sono utilizzati oli, gel e creme di diversa natura a seconda del disturbo di cui si soffre:

  • Effetto analgesico,
  • Effetto antinfiammatorio
  • La riduzione dell’irritabilità dei tessuti,
  • L’accelerazione del riassorbimento degli ematomi,
  • Problemi di circolazione e microcircolazione
  • La nutrizione dei tessuti e la stimolazione

Questo massaggio non è compatibile con una immediata ripresa agonistica dal momento che i tempi di guarigione sono mediamente più lunghi ma tende a separare le fasce muscolari e a risolvere le lesioni conseguenti a questi problemi.

Il massaggio sportivo e i benefici

Le finalità di questo massaggio sono numerose, alcune fondate su presupposti scientifici e altre che derivano da dirette esperienze.

I benefici derivano da due particolari presupposti, ovvero:

  • L’azione diretta dell’aumento del flusso ematico con la conseguente ipertermia locale
  • L’azione indiretta dell’eccitazione di terminazioni nervose e stimolazione del sistema nervoso parasimpatico

Da questi due elementi derivano tutte le caratteristiche terapeutiche del massaggio sportivo tra cui ricordiamo:

  • Il rilassamento della muscolatura contratta
  • Il miglioramento della circolazione
  • L’agevolazione del ricambio metabolico
  • Il drenaggio delle tossine prodotte durante lo sforzo
  • L’aumento dell’ossigenazione dei tessuti
  • L’accelerazione dei tempi di recupero
  • Un benefico senso di rilassamento.
  • Il miglioramento dell’elasticità dei tessuti

I benefici, inoltre, sono potenziati anche grazie all’utilizzo degli oli essenziali. Sul mercato esistono diverse tipologie di cosmetici che hanno diverse proprietà proprio per contribuire al coadiuvamento delle problematiche.

Il massaggio sportivo può garantire anche effetti psicologici: può ridurre l’ansia grazie agli effetti rilassanti e produce una sensazione tonificante.

Massaggio Sportivo: benefici

Il massaggio sportivo e i professionisti nel campo

Per praticare questo genere di manipolazione è necessario possedere la qualifica di massaggiatore sportiva. Questo titolo può essere acquisito da chi è già in possesso di un titolo abilitante alla professione sanitaria nell’area riabilitativa e di un ulteriore diploma di specializzazione sempre nello stesso ambito. I corsi abilitanti, generalmente, hanno una durata totale di 200 ore ed è rivolto a tutti coloro che hanno le basi del massaggio tradizionale occidentale per specializzarsi sulla manualità e le conoscenze necessarie per dare tutta l’assistenza all’atleta sia vicino alla prestazione sportiva che durante il periodo di allenamenti.

La specializzazione da parte dei massaggiatori rende il massaggio sportivo una manipolazione altamente specializzata. Come tale, il suo prezzo è abbastanza elevato e, generalmente, è a partire dai 70/80 euro.

Naturalmente, i costi dei massaggi generalmente variano a seconda dell’area interessata al trattamento e dalla professionalità del massaggiatore: in questo caso, sottoporsi ad un massaggio in un centro massaggi o un salone di estetica cambierà di certo il prezzo della manipolazione.

Vuoi diventare massaggiatore sportivo? Se il tuo desiderio è diventare professionista del mestiere ma hai poco tempo a disposizione per le lezioni in aula, i nostri corsi online sono strumenti essenziali per la vostra crescita professionale.

Contattaci per avere maggiori informazioni. Ti aspettiamo per intraprendere questo nuovo viaggio insieme !

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.

Scopri tutti i prodotti da massaggio disponibili sul nostro sito cliccando sul bottone verde “SCOPRI L’OFFERTA”