Questo è un problema per molti, per qualcuno è costante e per altri è sporadico. Tuttavia rimane comunque un fastidio da risolvere. L’insonnia, purtroppo, almeno una volta nella vita viene a disturbare le notti di tutti noi. Spesso non importa l’età, questo si tratta di un disagio che non ci permette di dormire e non si fa scrupoli a presentarsi nei momenti di maggiore stress e tensione. Ad ogni modo sappi che, spesso, imparare a praticare un adeguato massaggio può ridarci finalmente il sonno che attendevamo da tanto tempo.

Il massaggio può essere un metodo per eliminare un disturbo del sonno. Molti si chiedono come questa disciplina possa essere in grado di alleviare così tanti problemi, così come l’insonnia…

Tuttavia è possibile e, per averne la conferma, basta anche pensare al fatto che un massaggio può rilassarci e quindi, di conseguenza, anche aiutarci a dormire. In questo caso esistono comunque delle modalità specifiche da mettere in pratica sia autonomamente che con l’aiuto di qualcuno.

Prima di effettuare questo trattamento sarà opportuno seguire alcuni consigli. Prima di tutto è importante non aver fame ma neanche essere troppo pieni. Inoltre, nel caso non ci si voglia spogliare, i vestiti non dovranno essere né troppo stretti, né troppo larghi.

insonnia e disturbi del sonno

Se è possibile, è consigliato fare un bagno rilassante prima di cominciare, meglio se utilizzando anche degli oli appositi contro l’insonnia. A questo punto non bisognerà dimenticare la luce soffusa in camera che, sicuramente, aiuta ad addormentarsi.

Ad ogni modo, questa preparazione al massaggio è già un aiuto efficace contro i disturbi del sonno. Tuttavia potrebbero ancora non essere sufficienti. Per questo è opportuno proseguire effettuando il massaggio con le manovre eseguite in maniera corretta.

Se è qualcun altro a massaggiarti, la posizione giusta è quella a faccia in giù, inginocchiandosi all’altezza della testa (ginocchia di fronte al viso). A questo punto bisognerà iniziare con lo sfioramento ai lati della spina dorsale dal basso verso l’alto diminuendo gradualmente la pressione e poi tornando verso il basso più lentamente. Dopo aver ripetuto varie volte il movimento sarà necessario cambiare posizione mettendosi di fianco in modo che l’altra persona possa passare all’impastamento della spalla. Il massaggio finirà ripartendo da dietro la sua testa e ricominciando con i movimenti iniziali sulla schiena.

Per quanto riguarda l’automassaggio per l’insonnia non è esattamente un vero e proprio massaggio. Il consiglio è di iniziare  mettendo i polsi sotto l’acqua fredda (ma non troppo) per circa sessanta secondi.

Dopodiché andranno asciugati ma non completamente. A quel punto sarà necessario andare a sdraiarsi su un lato con le braccia conserte. In questo momento la respirazione profonda sarà fondamentale così come chiudere gli occhi. Il flusso sanguigno verso la testa diminuirà lentamente conciliando il sonno.

Ad ogni modo sappi che non per tutti queste due soluzioni sono sufficienti. Pertanto, in quel caso sarà doveroso consultare un medico per capire quali sono i motivi che hanno causato questo disturbo del sonno. Spesso sarà necessario migliorare il proprio stile di vita e ridurre i fattori che portano allo stress. Sappi che il massaggio può comunque essere effettuato in combinazione con altri trattamenti specifici.

separatore grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

video-corso trattamenti specifici

 

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.