L’ipotalamo è  un centro nervoso posizionato tra i due emisferi del cervello. E’ costituito da numerosi gruppi o nuclei di cellule nervose.

Capire come funziona esattamente questa parte del corpo permette di capire quali influenze esso ha sul funzionamento dei diversi organi del corpo.

L’ipotalamo sovrintende alle più importanti funzioni neuro vegetative e si pone al centro dei rapporti tra il sistema endocrino e sistema nervoso.

L’apparato neuro-vegetativo compie le sue attività attraverso due circuiti principali:

  • il sistema simpatico gestisce le funzioni automatiche mentre siamo in stato di veglia, e in caso di stress.
  • il sistema parasimpatico agisce durante il sonno, attivando le funzioni che permettono di recuperare le energie e riposare.

ipotalamo anatomia cervello femminile

E’ importante che l’attività dei due circuiti resti sempre in equilibrio.

In caso contrario, infatti, si evidenzierebbero  sintomi e disturbi da iperattività facilmente traducibili in stress e in un senso di spossatezza e debolezza.

L’Ipotalamo e l’origine del malessere

Tutte le malattie, i disturbi, le sofferenze e i dolori hanno una causa scatenante, le cui origini possono essere molto differenti tra di loro.

Quando la causa è temporanea, è possibile che si soffra di un disturbo passeggero, di tipo fisico o psicologico motivato da un eccesso (troppo sole, troppo cibo, poco sonno, ecc…).

Scomparso l’eccesso anche il disturbo svanirà.

Una forte emozione può turbare la persona, generando uno squilibrio all’interno dell’organismo. Le modalità, infatti, attraverso cui sono gestite le emozioni possono influire direttamente sull’evoluzione del disturbo.

Se l’emozione è vissuta intensamente ma gestita correttamente (ovvero manifestata all’esterno), la situazione che l’ha provocata viene accettata.

Il disequilibrio,infatti, cessa e l’organismo si mostra in grado di riprendere le sue normali funzioni. Se invece l’emozione è trattenuta, si creerà un grave disordine che darà vita ad un disturbo fisico o psicologico a carico dell’ipotalamo.

Ecco perché la chiave del benessere sta nel capire le cause da cui deriva la mancanza di equilibrio, e dunque il malessere.

L’Ipotalamo e le emozioni sedimentate possono provocare la malattia

 

  • La malattia può essere un modo per gridare al mondo che ci circonda quanto siamo a disagio e soffriamo nonostante non lo facciamo vedere apertamente.
  • Talvolta, può essere anche una sorta di via fuga, che ci permette di scappare da un’attività, un lavoro o una relazione che non ci piace più.
  • Il malessere a carico dell’ipotalamo rappresenta anche un mezzo per fuggire da una situazione che ci sembra una sorta di prigione.
  • I sintomi serve spesso per attirare l’attenzione di chi ci circonda, specie di coloro a cui vogliamo bene.
  • La malattia può essere la nostra reazione di fronte al disagio di vivere, una sorta di ancora di salvezza, un meccanismo di autodifesa.
  • Il malessere è utilizzato anche come strumento per far patire coloro che noi pensiamo siano i responsabili della nostra sofferenza, nutrendo rancore verso loro.
  • La malattia può essere una scelta inconsapevole di abbandonare qualcosa, rinunciare a qualcuno, lasciarsi andare.

L’ipotalamo e gli eventi a origine della malattia

Per capire la causa scatenate del disturbo a carico dell’ipotalamo, è necessario ricostruire la nostra vita. Dobbiamo ripensare al clima presente in occasione degli eventi che ci hanno segnato.

Nel momento in cui una donna è incinta, essa trasmette tutti i suoi sentimenti, stati d’animo, emozioni, paure e gioie al bimbo che porta in grembo. E’ fondamentale che stia attenta a quello che prova o i sentimenti che trattiene per non condizionare la vita del figlio!

Allo stesso modo, la tristezza di una persona può essere spiegata con la tristezza provata dalla propria madre durante la gravidanza.

Se soffriamo, invece, di senso di colpa, è possibile che questo sia dovuto ad uno stato d’animo particolare della mamma al momento della nostra nascita. Ad esempio, la vergogna di non essere sposata quando era già incinta.

Un disagio di vivere, inoltre, può essere dovuto ad un’infanzia negativa, vuoi perché trascorsa in un orfanotrofio, perché siamo stati abbandonati o perché abbiamo trascorso parte di essa in ospedale.

illustrazione cervello umano

Anche il modo in cui abbiamo trascorso la nostra adolescenza è fondamentale per l’eventuale svilupparsi di una malattia a carico dell’ipotalamo.
Essa, infatti, può essere dovuta a un’adolescenza ribelle, a eventuali problemi di anoressia o bulimia vissuti da giovani , o ad eventuali rifiuti subiti.

Se vuoi accostare dei massaggi specifici alle connessioni nervose, infine, ti consiglio vivamente i video-corsi di Massaggio Metamerico e Trattamenti Specifici!

Ti auguro una buona giornata

Francesco Ciaccia

Scopri il manuale completo sulla Psicosomatica, in versione ebook o cartaceo, cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’“:

manuale di psicosomatica

Scopri di più

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.