Un amico mi presentò un cliente che soffriva di periartrite scapolo-omerale: la spalla gli faceva molto male e non riusciva ad alzare il braccio, aveva

cause dolore alla spalla

dolore alla spalla

difficoltà a compiere i movimenti anche più banali come pettinarsi o radersi.

L’infiammazione era in una fase acuta. Il cliente era (è) una persona anziana (75anni) e ormai da anni, mi raccontò, soffriva di dolori alle gambe ed alla parte bassa schiena. Questi dolori li attribuiva alla vecchiaia e oramai ci aveva fatto l’abitudine, ma il dolore alla spalla era eccessivo e lo rendeva dipendente dagli altri.

Non ero sicuro di intervenire per la problematica della periartrite: l’infiammazione era in fase acuta, e la mia preoccupazione era che se fossi intervenuto direttamente sulla spalla e sul braccio avrei peggiorato la situazione. Decisi di prendere il problema alla larga e proposi al cliente di iniziare dei trattamenti di tipo riflessologico. Ci accordammo di fare dei trattamenti 3 volte alla settimana per le prime due settimane, poi avremmo proseguito con due volte, dopodiché avremmo deciso in base ai risultati ottenuti. Con queste premesse ho eseguito, nella prima fase, interventi con trattamenti di riflessologia plantare e trattamenti di linfodrenaggio . Per il problema alle gambe e i dolori al ginocchio, ho stimolato con Trattamento di riflessologia plantare i punti corrispondenti.

dolore al ginocchio

dolore al ginocchio

Vista la sua difficoltà a camminare, era diventato un tipo sedentario e avvertiva pesantezza alle gambe: gli feci pertanto dei trattamenti di linfodrenaggio alle gambe, accompagnati con trattamenti di riflessologia plantare nella zona dei cingoli linfatici, la zona dei RENI e la zona della Vescica urinaria. Per i dolori alla zona bassa della schiena ho fatto largo uso della Tecnica del Massaggio Sportivo e della Tecnica di stimolazione lombo sacrale.

Dopo le prime due settimane il cliente sembrava più alleggerito dai suoi dolori ed io mi sentivo più sicuro, pertanto iniziai ad intervenire direttamene sulla spalla indolenzita (senza abbandonare i trattamenti riflessologici).

 

Iniziai pertanto ad eseguire le Tecniche di massaggio di scollamento per scollare tutta l’articolazione della spalla e scendendo lungo tutto il braccio, eseguendo anche degli esercizi di mobilizzazione della spalla.

Dopo tre settimane di trattamento intensivo, abbiamo deciso di continuare i trattamenti ogni 15 giorni e poi una volta al mese fintanto che il cliente lo ritenesse necessario. Ora, quando ci incrociamo in paese, lui mi saluta alzando il braccio, facendomi capire che la situazione è notevolmente migliorata.

Giovanni Sinesi

Giovanni Sinesi (esperto in tecniche di massaggio)separatore grigio

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI L’OFFERTA“:

Scopri offerta

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.