Che cos’è il massaggio olistico

Dal greco όλος, che significa tutto, il  massaggio olistico è una tecnica di massaggio antica, che si pone comeobiettivo quello di dare un benessere psicofisico completo: anima, corpo e mente.

E’ proprio questa la peculiarità del massaggio diffusosi negli anni ’70: dare un immediato senso di benessere, relax e distensione dello stress accumulato durante le fatiche quotidiane.

Il massaggio olistico fa parte di quella branca delle discipline naturali che si pongono come obiettivo quello di curare il corpo nel suo insieme, intervenendo sulla dimensione fisica e mentale.

Secondo la medicina cinese, infatti, solo curando le afflizioni della mente si possono curare i disturbi del corpo.

Storia del massaggio olistico

Il massaggio olistico nasce negli anni ’70 negli USA, dalle ricerche di un professore che si rese conto dell’inscindibile fusione fra corpo e mente, fondamentale per curare ogni problema di salute. Per questo motivo questa tecnica unisce la teoria proveniente dalle discipline orientali di Tai Chi e arti marziali, con il massaggio svedese e le teorie bioenergetiche legate al superamento dei blocchi emotivi e delle tensioni represse.

Tecniche di massaggio olistico

Il massaggio olistico è basato su manovre di frizione e impastamento, che sono praticate in maniera leggera e continua sulla schiena, sulle gambe, sulla schiena e sulla parte superiore del corpo. Un massaggiatore professionista, dopo aver impostato un colloquio informativo con il paziente sul suo stato fisico, definisce la strategia di massaggio e quali sono i blocchi bioenergetici che è necessario rimuovere per consentire alle emozioni di fluire liberamente. In questo video si può notare come il massaggiatore stabilisca un contatto tattile ed emozionale con il paziente: la dimensione empatica restituisce vigore e libera le energie represse.

Manovre per il massaggio olistico

Il massaggiatore professionista esegue diverse manovre che, combinate, danno una sensazione di immediato benessere e relax. Fra queste, eccone alcune di esempio:

  • Sfioramento: mette il paziente a suo agio e inizia e conclude ogni massaggio;
  • Sfregamento: più intenso e forte, è necessario a spostare i liquidi nocivi nel senso della circolazione linfatica, attivando quindi l’eliminazione delle tossine e delle sostanze nocive;
  • Percussione: la percussione ritmica dei gruppi muscolari con le dita o con una parte della mano, a seconda del ritmo e della frequenza impressa, può avere un effetto sedativo o stimolante;
  • Impastamento: l’impastamento è necessario a muovere i gruppi muscolari., quindi presume l’individuazione del muscolo desiderato, con la pressione fra due dita;
  • Pizzicottamento: dare dei pizzicotti afferrando una zona piccola di pelle consente di muovere lo spazio fra cute e sottocute, scollando le eventuali aderenze cicatriziali;
  • Vibrazione: effettuata afferrando un arto e trasmettendo una vibrazione orizzontale o verticale a tutto il corpo, a seconda della direzione del movimento impresso. Anche in questo caso la vibrazione, a seconda dell’escursione e dell’intensità del movimento, può dare un effetto più o meno sedativo al paziente.

Le fasi del massaggio olistico

Il massaggio olistico si compone di due fasi:

  • colloquio informativo: ha lo scopo di aiutare il professionista a comprendere i malesseri del paziente, sia dal punto di vista psicosomatico che fisico. Questa fase aiuterà ad impostare un trattamento efficace e sicuro;
  • sfioramento: lo sfioramento inizia e conclude ogni seduta ed ha lo scopo di far rilassare il massaggiato e metterlo a proprio agio;
  • digitopressione: attraverso la digitopressione, il massaggiatore comprenderà quali sono le parti del corpo bloccate ed inizierà un processo di diagnosi e comprensione del disturbo, oltre a sbloccare i canali energetici che si diramano nelle varie parti del corpo;
  • seduta vera e propria: dopo questa fase, si passerà alla seduta vera e propria.

Come si fa un massaggio olistico?

Il massaggio va eseguito in una stanza tiepida, silenziosa e con atmosfera soffusa: luci tenui e musica rilassante consentiranno il relax e il benessere del massaggiato. Questa pratica si effettua con manovre miste di frizione, impastamento e delle zone interessate, allo scopo di liberare i blocchi energetici: la sensazione deve essere di rilassamento, benessere e totale empatia massaggiatore-massaggiato. Spesso ci si può servire di olii, argille e creme naturali che aiutino lo scorrimento delle mani e diffondano una gradevole profumazione nell’aria.

Il costo di una seduta di massaggio olistico va dai 65 ai 100 euro, in quanto è un massaggio completo, che coinvolge corpo e mente.

Una seduta di massaggio olistico dura dai 40 ai 60 minuti: è importante non avere fretta e lasciare il tempo alle emozioni e alle sensazioni scaturite da questa pratica di essere assorbite da colui che lo riceve.

Come diventare operatore olistico

Non ci si può improvvisare massaggiatori: trattando pazienti con diverse problematiche fisiche, è fondamentale essere preparati, aggiornati e competenti. Diventare operatore olistico richiede diverse responsabilità:

  • sapere come manipolare il paziente e dove applicare una quantità maggiore o minore di forza;
  • stabilire un contatto empatico e incoraggiante;
  • riconoscere, trattare e curare le cause endogene ed esogene di malessere;

Un corso di massaggio olistico insegnerà al professionista come manipolare le varie zone del corpo, come trattare con il paziente e come riuscire a comunicare con le mani, utilizzandole come strumento primario per trasferire, trasformare e liberare le emozioni bloccate.

Il DPR 4/2013 ha liberalizzato le professioni “nuove”, in quanto operatori olistici o che lavorano nell’ambito della medicina naturale possono associarsi e vedere riconosciuto il loro lavoro e il loro operato. Per la dimostrazione delle competenze acquisite è sufficiente quindi aver frequentato uno dei corsi di massaggio olistico riconosciuti a livello nazionale ed internazionale.

Massaggiatore olistico: la professione del futuro

E’ importantissimo, nel caso in cui si voglia diventare operatore olistico, stipulare un’assicurazione sanitaria che copra da eventuali danni involontari provocati dalla manipolazione su diverse categorie di pazienti. Si potranno in seguito utilizzare diversi strumenti di acquisto e fidelizzazione dei clienti: social network, diffusione di promozioni, associazione con altri operatori del benessere (massaggiatori, estetiste, omeopati), in modo da triplicare le occasioni di lavoro ed incontro di potenziali clienti.

Le zone su cui effettuare il massaggio olistico

Tutto il corpo può essere trattato con il massaggio olistico: esso può essere utilizzato per distendere la cervicale o i muscoli facciali dopo una giornata stressante. E’ possibile rilassare la parte inferiore del corpo massaggiando i glutei, le gambe, la schiena o il piede. Massaggiare secondo la tecnica olistica permette di ottenere sulla persona trattata un potente effetto decontratturante ed antistress: se eseguito con perizia, esso non conosce controindicazioni, anche su pazienti in gravidanza o con particolari condizioni di salute.

L’approccio olistico è utilizzato anche in altre tipologie di massaggio:

  • californiano, che avvolge il paziente in un “abbraccio” che coinvolge mente e corpo;
  • svedese: il massaggio occidentale per eccellenza,caratterizzato da sequenze abbastanza libere che consentono di massaggiare diverse parti del corpo;

Benefici del massaggio olistico

Il massaggio olistico nutre contemporaneamente mente e corpo: proprio perchè considera l’uomo nella sua totalità, questa pratica non è generalizzabile. Bisogna infatti considerare il singolo paziente ed inserirlo nel suo contesto vitale: solo così si riuscirà a trattare il problema psicosomatico nella sua interezza. Questa tecnica è decontratturante, rilassante, regolarizza gli ormoni, convoglia la linfa verso la periferia, evitando l’accumulo dei liquidi in eccesso, è anticellulite, antistress e migliora la funzionalità generale degli organi del corpo. Il trattamento olistico si basa su un intervento totalizzante, che vede l’uomo come un insieme di corpo e mente e lo aiuta a liberarsi delle tensioni emotive più stressanti.

Perché sottoporsi a una seduta?

Un ciclo di sedute di massaggi olistici forniscono un benessere psicofisico non indifferente, quantificabile e visibile sotto diversi punti di vista:

  • Migliorare la circolazione sanguigna e linfatica;
  • Regolarizzare il sonno, aumentando la produzione di serotonina e melatonina;
  • Aumentare la mobilità articolare e la flessibilità dei giunti;
  • Dare un senso di benessere e rilassamento generale;
  • Aumentare la produzione di globuli bianchi, rafforzando il sistema immunitario, e ridurre le tossine nocive;
  • Migliorare l’armonia del proprio corpo ed aumentare la concentrazione e la produttività mentale, in quanto il massaggio olistico sgombera la mente da pensieri negativi ed eventuali problemi.

Controindicazioni ed effetti collaterali del massaggio olistico

Il massaggio olistico ha comunque delle controindicazioni, soprattutto se sono presenti patologie importanti:

  • In presenza di infiammazione, rossore, dolore, il massaggio è altamente sconsigliato, in quanto può peggiorare la situazione;
  • In presenza di metastasi o tumori, perchè la circolazione linfatica può aiutare la diffusione delle cellule cancerose;
  • In caso di traumi recenti: problemi meccanici, distorsioni o storte possono peggiorare se stimolate tramite massaggio o frizione;
  • In caso di problemi linfatici come edemi o flebiti: nei pazienti cardiopatici con edema massaggiare ad esempio le gambe potrebbe favorire il ritorno della linfa verso il cuore, causando un sovraccarico importante di questo organo;
  • In caso di febbre ed infiammazione: la pratica può causare ulteriori infiammazioni sistemiche ed aggravio della condizione generale del paziente;
  • In caso di insufficienza renale: il movimento indesiderato della linfa verso i reni può affaticarli, portando a gravi problemi di malfunzionamento renale;
  • In pazienti con ipertensione: il massaggio olistico può causare un innalzamento della pressione sistemica;
  • Nel caso di dermatiti o neuropatie: la pelle già provata da queste condizioni patologiche può diventare pià sensibile, causando fastidio al paziente.

Perché quindi seguire un corso di massaggio olistico

Un corso di massaggio olistico potrà abilitarti a trattare il corpo e la mente del paziente, intervenendo su un ampio ventaglio di disturbi psicofisici di varia entità. Questa tecnica potrà aiutarti ad ampliare le tue conoscenze e diventare un operatore olistico abilitato e competente. Trasformare una passione in professione non è semplice: è necessaria perseveranza, determinazione e preparazione.

Per questo motivo ZoneRiflesse Academy potrà aiutarti nei tuo intento: seguendo le lezioni condotte da Francesco Ciaccia, che da anni è specializzato nel settore del benessere, potrai avere la garanzia di affinare le tue tecniche di massaggio e crescere professionalmente, intraprendendo la strada che hai sempre desiderato e trasformando il sogno in una professione.

Le terapie olistiche: la cura totale della persona

Le terapie olistiche: la cura totale della persona

Le terapie olistiche sono quelle tipologie di manipolazione che coinvolgono tutti gli aspetti che compongono l’essere umano. Gli aspetti mentali, fisici, spirituali ed emotivi sono considerati ugualmente importanti per risolvere le problematiche che coinvolgono il paziente. L’unicità di questo massaggio deriva proprio da questo, ponendosi […]

Massaggio Bioenergetico: quali sono le sue funzioni e come si fa?

Massaggio Bioenergetico: quali sono le sue funzioni e come si fa?

Massaggio BIOENERGETICO: cos’è, origini, efficacia e come si fa Eva Reich, figlia di Wilhelm Reich,insieme al suo allievo Alexander Lowen, sono stati gli ideatori del massaggio bioenergetico. Questo tipo di massaggio contiene tutte le basi della teoria psicosomatica. Dal lavoro della  dottoressa Reich emerge che […]

Massaggio thailandese: tecnica e benefici

Massaggio thailandese: tecnica e benefici

Il massaggio Thailandese: che cos’è e quali sono le sue origini? Il massaggio Thailandese è un massaggio medico praticato dai monaci buddisti della Thailandia. Le origini del massaggio Thai sono tutt’ora avvolte nella leggenda. Si pensa che il massaggio thailandese sia stato ideato da Jivaka […]

Scarica Genius!

Avrai per te 13 file audio .mp3 che ti spiegheranno le migliori Tecniche di Massaggio e come utilizzarle su tutti i tuoi clienti!

Scopri Genius!