Massaggio alle mani: come garantire i benefici

Il massaggio alle mani è sicuramente uno dei metodi più efficaci in grado di fornire tutto il relax e il benessere di cui abbiamo bisogno!

Il massaggio alle mani permette inoltre di andare a riattivare la circolazione in questa zona e sciogliere le eventuali tensioni tipiche di chi, per esempio, passa molto tempo a digitare sulla tastiera di un pc.

Consente di far penetrare in profondità le creme idratanti e oli nutrienti rendendo poi la pelle incredibilmente liscia e morbida.

Ecco in breve i passaggi necessari per eseguire un buon massaggio alle mani:

  1. Applica un po’ di crema nutriente o un olio per massaggi su tutta la zona. Inizia a massaggiare eseguendo dei movimenti circolari. Parti dal centro del palmo fino alle estremità delle dita.
  2. Eseguendo il precedente movimento, esercita una leggera pressione con il pollice, dall’alto verso il basso e viceversa. Continua con questo movimento fino a che l’olio o la crema non si saranno completamente assorbiti. Tratta alo stesso modo anche le dita, fino alla punta delle unghie. Così da massaggiare anche le falangi e i polpastrelli.
  3. Procedi eseguendo gli stessi movimenti anche sul dorso. Utilizza il pollice e procedi con movimenti circolari. Non dimenticare di passare anche un po’ di olio nutriente sulle cuticole e sulle unghie. Ciò aiuterà quest’ultime a rinforzarle e farle crescere meglio.
  4. Infine massaggia il polso e parte dell’avambraccio. Effettua una delicata e leggera pressione nella parte interna per riattivare la circolazione sanguigna.

il massaggio alle mani è in grado di fornire tutto il relax e il benessere di cui abbiamo bisogno

MASSAGGIO ALLE MANI IN RIFLESSOLOGIA

Intanto, cosa intendiamo con riflessologia? La maggior parte delle persone si affidano, per curare malattie, alla medicina tradizionale basata sull’uso di farmaci. Spesso ignorando però che che ci sono disturbi che possono essere affrontati in modo naturale. Uno di questi rimedi naturali è la riflessologia. Si tratta di una terapia di origine orientale (cinese, indiana, vietnamita), basata sul principio della corrispondenza, attraverso fitte terminazioni nervose, tra zone cutanee esterne del corpo con gli organi interni.

Attraverso la stimolazione manuale di queste parti esterne, si ottengono effetti e benefici sull’organo corrispondente. Quindi, in presenza di disturbi o malattie a carico di un organo interno, si può intervenire a migliorare la situazione lavorando sul corrispondente punto esterno.

 

Il palmo della mano è ricco di terminazioni nervose e di collegamenti con il resto del corpo. Spesso compiamo gesti istintivi che riguardano le mani. Le sfreghiamo tra di loro o massaggiamo le dita, soprattutto in momenti di ansia, stress, tensione. In questi momenti, inconsapevolmente, mettiamo in pratica dei principi della riflessologia della mano traendone i relativi benefici.

Quindi anche l’esecuzione spontanea di massaggi, agisce in modo positivo. Procura infatti rilassamento, regolarizzando il battito cardiaco, produce uno stato di benessere naturale.

La riflessologia della mano si presta ad essere effettuata come metodo fai-da-te. Grazie alla semplicità nel riconoscere i punti di corrispondenza su cui interviene, chiunque può praticarla con conseguenti benefici.

Ma come funziona esattamente questa tecnica? Approfondiamo il massaggio alla mano.

Prima di tutto, occorre muovere il polso in tutti sensi (flessione, estensione, rotazione). Massaggiare poi tutta la mano in modo energico e delicato, in modo da riscaldarla e da renderla più recettiva alle manovre successive e più localizzate.

Tutta la mano e i suoi elementi dovranno essere sollecitati: muscoli, tendini, articolazioni.

Poi si continua con le dita. Fate lavorare ciascuna articolazione con delle flessioni e delle estensioni. E’ anche possibile partire dalla radice del dito e risalire con un movimento a spirale fino al polpastrello. Bisogna poi anche stimolare la parte tra le due dita eseguendo delle pressioni leggere.

La giuntura del polso, inoltre, necessita di essere massaggiata e mossa in modo da sbloccare l’eventuale energia stagnante in questo livello.

Per effettuare il massaggio, utilizzate il pugno chiuso o solo il pollice per eseguire delle pressioni più localizzate. Premete il palmo della mano.

E’ importante massaggiare anche il dorso, applicando però una maggiore delicatezza, essendo che alcune parti della mano non sono fornite di masse muscolari.

Il massaggio decontrae il palmo della mano e riscalda le estremità del corpo, dando una maggiore flessibilità al polso e alle dita. Più è praticato ad un ritmo lento e regolare, tanto più ha degli effetti rilassanti ed immediati.

 

MASSAGGIO ALLE MANI: TUTTI I PASSAGGI

  1. Apertura del palmo della mano. Prendere la mano della persona. Posate le vostre dita sul suo palmo e i talloni delle mani sulla sua parte dorsale. Stirate la mano aprendo le dita e premendo con la base della vostra mano. Ripetete questo movimento più volte.
  2. Lavoro del polso. Sollevare l’avambraccio dell’altra persona e di conseguenza sollevare anche la mano. Lasciare il braccio appoggiato al gomito. Con i due pollici, massaggiate con movimenti circolari tutta la zona del polso.
  3. Manovra interdigitale. Tenere i polsi della persona così da sollevare anche la mano. Con il pollice e l’indice dell’altra mano, premete in modo leggere gli spazi tra gli ossi dorsali subito dopo il polso.
  4. Stiramento delle dita. Afferrare a turno ciascun dito della persona, così da stirarlo. Partendo dalla base, eseguire dei piccoli movimenti rotatori.

RIFLESSOLOGIA DELLA MANO: MAPPA

mappa di riflessologia delle mani: tutti i punti riflessi

Osservando la mano con il palmo aperto rivolto verso di noi, immaginiamo di vedere una mappa del corpo umano.

  • Testa. Questa zona riflessa occupa completamente la seconda falange del pollice.
  • Seni frontali. Corrispondono alla punta del pollice, dell’indice, del medio, dell’anulare e del mignolo.
  • Occhi. Corrispondono alla base e alla prima falange dell’indice e del medio.
  • Orecchie. Corrispondono alla base e alla prima falange di anulare e mignolo.
  • plesso solare. Si trova tra pollice e indice.
  • nervo sciatico. Il suo punto riflesso si trova all’attaccatura della mano.

I problemi legati alla vista e alla sordità sono sempre più frequenti nella nostra epoca. Quindi il massaggio alle mani delle zone corrispondenti ad occhi e orecchie può essere dunque utilissimo a molti di noi. Inoltre è molto facile da eseguire. Lo si può praticare su se stessi in ogni momento della giornata, quando le nostre mani sono inattive.

Inoltre, il massaggio alla zona corrispondente al plesso solare è molto utile a distendere e rilassare. Oppure, se massaggiato in modo più energico, ha un effetto stimolante.