Il massaggio sportivo per migliorare le proprie prestazioni

Il massaggio sportivo è una manipolazione nonché un vero e proprio allenamento praticato non solo prima e/o dopo un impegno agonistico ma anche per recuperare le funzionalità dopo aver subito un infortunio.

Naturalmente, a seconda delle necessità, il massaggio sarà eseguito da professionisti di diverso calibro che possiedono, a loro, volte competenze differenti.

Il massaggio sportivo e le origini

Le origini del massaggio sportivo sono molto antiche e, a quanto pare, la sua origine risalirebbe alla medicina popolare greca e latina.

Inizialmente, infatti, fu proprio la popolazione greca ad utilizzare per prima questa manipolazione in occasione dei Giochi Olimpici per risolvere eventuali fastidi dopo l’esecuzione di attività gimniche. Allo stesso modo, due grandi protagonisti della cultura antica greca antica come Omero e Ippocrate raccontarono all’interno delle loro opere le virtù terapeutiche di questo massaggio, esaltandone i grandi benefici.

Nel Bel Paese, il massaggio sportivo cominciò ad essere praticato dalla civiltà antica Romana inizialmente nei Complessi Termali e, solo successivamente, venne considerata come strumento efficace per il miglioramento delle prestazioni fisiche dei Gladiatori.

Il massaggio sportivo e le tecniche

Il Massaggio sportivo si delinea come una manipolazione adatta a coloro che si dedicano all’attività fisica e dovrebbe rappresentare un elemento importante per tutti coloro che si dedicano allo sport o chi ha subito un infortunio. Questa manipolazione,infatti, permette di ripristinare la mobilità del tessuto muscolare danneggiato, riuscendo così a valorizzare le prestazioni personali, prolungando la carriera sportiva dell’atleta.

Il massaggio sportivo,inoltre, rappresenta uno strumento efficiente sia sul piano fisico che sul piano mentale: influenza positivamente la psiche, calmando il nervosismo e stimolando il relax e la calma.

L’obiettivo che si pone principalmente la manipolazione è aumentare la capacità di prestazione dell’atleta nonché offrire un allenamento corretto e sicuro, riducendo la possibilità di subire traumi durante l’attività fisica.

massaggio sportivo

Le varie tipologie di massaggio

Il massaggio sportivo è caratterizzato dalla versatilità in quanto i movimenti che la compongono variano a seconda della disciplina sportiva praticata.

Che una persona effettui un’attività amatorialmente o pratichi l’agonismo, non c’è differenza: il massaggio sportivo rimane un’ottima opportunità per migliorare la propria salute e soprattutto, rimediare agli infortuni muscolari.

Generalmente, il massaggio sportivo si divide in tre diverse tecniche:

  • Il massaggio pre-gara. Utile a preparare l’atleta prima dello sforzo fisico, il massaggio pre-gara può rappresentare una terapia utile da affiancare alla fase di riscaldamento e appare utile per limitare gli eventuali traumi fisici. Si compone di manovre rapide e veloci per favorire la vascolarizzazione e l’aumento della temperatura muscolare e la sua durata media varia dai 5 ai 15 minuti a seconda della tipologia di sport e delle caratteristiche individuali.
  • Il massaggio post-gara. Effettuato subito dopo una competizione sportiva, il massaggio post-gara rappresenta uno strumento utile per accelerare il recupero muscolare dell’atleta nonché permettere l’eliminazione dell’acido lattico. Le manipolazioni della fase post-gara sono caratterizzate da movimenti lenti, rilassanti e drenanti.La durata del trattamento dipende dal tipo di sport e dalle necessità dell’atleta: a seconda delle zone affaticate, infatti, è necessario valutare che tipologia di massaggio svolgere. Indicativamente, il trattamento non deve mai superare i 40 minuti.Durante il trattamento, è possibile associare diverse manovre come:
    • Sfioramenti;
    • Sfregamenti drenanti;
    • Tecniche di impastamento;
    • Leggere vibrazioni rilassanti.
  • Il trattamento di mantenimento e defaticamento.

Il trattamento di mantenimento e defaticamento generalmente viene effettuato trascorse 48 ore dall’attività fisica. In questa fase, il massaggio prevede che vengano eseguite manovre profonde ma decontratturanti in maniera tale da riallungare le fibre muscolari. Questa manipolazione non può sostituire lo stretching muscolare ma può essere uno strumento efficace ad affiancarlo proprio come il massaggio pre-gara e apporta notevoli benefici.

Il Massaggio sportivo pre-gara o pre-allenamento

Il massaggio sportivo pre-gara

Il massaggio pre-gara o pre- allenamento è caratterizzato dalla tecnica dell’impastamento in quanto la tecnica permette di apportare maggiore quantità di sangue ed ossigeno nella zona trattata. Inoltre l’impastamento permette di:

  • Stimolare tutte le fasce nervose;
  • Offrire una sorta di “sovraeccitazione” distribuita in tutto il corpo per permettere di svolgere grandi prestazioni.

Il massaggio sportivo post-gara

Nel massaggio realizzato post-gara o post allenamento la tecniche utilizzate saranno più soft, molto più simili ad un linfodrenaggio.

Il massaggio post-gara, principalmente, non è invasivo e sarà utile per :

  • Favorire l’eliminazione delle tossine;
  • Apportare la sensazione piacevole del rilassamento;
  • Favorire lo sviluppo di nuova linfa, accompagnandola verso le stazioni linfonoidali.

Il massaggio sportivo e le tecniche che lo compongono

Il massaggio sportivo è praticato, generalmente, a mani nude attraverso l’utilizzo di oli e creme adatte a favorire la fluidità del massaggio, non permettendo la formazione dell’attrito.

Una sessione di massaggio sportivo, svolto in maniera ottimale, generalmente ha necessità di avvalersi di diverse tecniche come:

  • Il frizionamento;
  • Lo sfioramento;
  • La vibrazione;
  • La percussione.

Andiamo a vedere concretamente in cosa consiste un massaggio sportivo.

Inizialmente e al termine del trattamento, l’operatore olistico si servirà della tecnica dello sfioramento in maniera tale da riscaldare i muscoli.

Il trattamento prosegue poi con una leggera tecnica attraverso cui le mani possono applicare la pressione dirigendola in direzione del cuore, stimolando la circolazione linfatica e sanguigna.

Si passerà poi all’impastamento per sciogliere i muscoli e, successivamente, si utilizzeranno manovre e pressioni specifiche, accompagnando il tutto con delle frizioni circolari.

In questo modo, questo trattamento, dimostrarsi effettivamente molto benefico per coloro che soffrono di sciatica.

È naturale che, per far si che il massaggio abbia effetti prolungati e duraturi, sarà necessario effettuare questo trattamento più volte.

Il massaggio sportivo e i benefici

Questo trattamento permette di godere di numerosi vantaggi: alcuni sono fondati su presupposti scientifici mentre altre derivano da esperienze dirette.

Tutti possono trarre benefici da questo particolare tipo di massaggio, indipendentemente dall’età, dal tipo di sport praticato e dal proprio livello di prestazione.

I benefici principali derivano da due particolari presupposti:

  • L’ azione diretta dell’aumento del flusso ematico con la conseguente ipertermia locale;
  • L’azione indiretta delle terminazioni nervose che provocano la stimolazione del sistema nervoso parasimpatico.

Da queste due caratteristiche principali derivano tutti i benefici terapeutici del massaggio sportivo come:

  • Il miglioramento della circolazione;
  • L’agevolazione del ricambio metabolico;
  • Il drenaggio delle tossine prodotte durante lo sforzo;
  • Il rilassamento della muscolatura;
  • L’accellerazione dei tempi di recupero;
  • Un senso di benessere e relax generalizzato;
  • Diminuzione dei livelli di cortisolo e serotonina nel sangue;
  • Il miglioramento dell’umore e la riduzione dello stato d’ansia;
  • Il miglioramento dell’elasticità dei tessuti e delle fasce muscolari;
  • La riduzione della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa;
  • La stimolazione della microcircolazione locale;
  • Genera un benefico effetto drenante e accellera la rimozione dell’acido lattico e delle scorie metaboliche prodotte durante l’attività fisica;
  • Permette la guarigione delle contratture muscolari;
  • Svolge un’efficiente preparazione muscolare all’attività sportiva.

I benefici al corpo e alla mente possono essere potenziati grazie anche all’utilizzo di oli essenziali, scelti a seconda delle necessità del paziente.

Il massaggio sportivo e i professionisti nel campo

Per praticare il massaggio sportivo è necessario che l’operatore olistico abbia la qualifica di massaggiatore sportivo, titolo che è possibile acquisire per coloro che sono già in possesso di un titolo abilitante alla professione sanitaria nell’area riabilitativa nonchè di un ulteriore diploma di specializzazione sempre nello stesso ambito.

I corsi abilitanti, generalmente, hanno una durata totale di 200 ore ed è rivolto a tutti coloro che conoscenze base legate al massaggio tradizionale occidentale nonché le conoscenze utili ad offrire l’assistenza necessario all’atleta sia prima della prestazione sportiva che durante il periodo di allenamenti.

Una sessione di massaggio sportivo ha un prezzo abbastanza elevato: generalmente, il prezzo base parte dai 70/80 euro.

Massaggio sportivo e l’infiammazione al nervo sciatico

Se vi assilla un fastidioso e doloroso problema legato al nervo sciatico, il massaggio sportivo può rappresentare un valido rimedio per alleviare il dolore ad esso legato.

La sciatica è un fastidioso problema che comprende una serie di sintomi :

  • Il mal di schiena;
  • Il dolore ai glutei;
  • Un dolore acuto lungo la gamba;
  • L’intorpidimento o il formicolio generale agli arti inferiori.

Questo tipo di massaggio è davvero ottimo per queste problematiche non superficiali, in quanto, per l’appunto, va a lavorare in profondità, utilizzando delle manovre specifiche e la dovuta pressione.

Si tratta di un trattamento speciale che, non a caso, è diventato parte integrante della preparazione di molti atleti, in quanto è in grado di prevenire infortuni e di aiutare i muscoli a riprendersi più efficacemente dopo gli sforzi.

Naturalmente, per effettuare questo trattamento bisogna essere qualificati ed avere imparato correttamente a mettere in pratica ogni tecnica.

il massaggio sportivo

Il massaggio sportivo: un esempio di trattamento

Il massaggio sportivo può variare a seconda dello sport svolto in quanto diverse possono essere le fasce muscolari coinvolte. Ad esempio, se prendiamo in considerazione un’attività sportiva dove si utilizzano principalmente gli arti superiori, gli stessi saranno quelli che avranno maggiore bisogno di cure e di attenzioni.

Massaggio sportivo alle braccia

Pre-gara

  1. Riscaldamento del tessuto 1 minuto;
  2. Impastamento lento e profondo 1-2 minuti;
  3. Riequilibrio 1 passaggio;
  4. Torsioni profonde con braccio alzato 2 minuti circa ;
  5. Impastamento della mano (dorso) e delle singole dita 2 minuti circa;
  6. Impastamento del palmo della mano 1 minuto circa;
  7. Trazioni delle dita 1 trazione per dito;
  8. Picchettamento con i pugni del braccio;
  9. Stimolazione energetica 2 minuti ;
  10. Picchettamenti a dita aperte 1 minuto circa;
  11. Passare all’altro braccio e ripetere dal punto 1.

Post-gara

  1. Scarico ascella tempo 1 minuto ;
  2. Strizzatura dei tessuti tempo 3 minuti;
  3. Impastamento della mano e delle singole dita;
  4. Impastamento lento e superficiale del braccio;
  5. Riequilibrio finale.

Massaggio sportivo Tronco anteriore

Pre-gara

  1. Esegui un movimento di apertura senza prodotto 1 minuto;
  2. Dopodichè, effettua uno scollamento del tessuto senza prodotto, usando anche la carta1 minuto circa;
  3. Distendi per 3-4 passaggi le fasce in senso obliquo;
  4. Esegui delle percussioni sulla mano 1-2 minuti;
  5. Distendi i muscoli costali, facendo alzare le braccia a chi si sottopone al massaggio 3-4 volte;
  6. Distendi le fasce sui fianchi per 3-4 volte;
  7. Impastamento di addome e torace 2 minuti;
  8. Trazioni delle braccia assecondando la respirazione (3 trazioni per braccio).

Post-gara

  1. Vibrazioni addominali per pochi secondi;
  2. Movimento a “otto” partendo dalle spalle verso le creste iliache (3-5 passaggi);
  3. Movimenti a “otto” sull’addome;
  4. Impastamento lento e superficiale per 1-2 minuti ;
  5. Riequilibrio sul diaframma massimo 3 passaggi per evitare l’Iperventilazione);

Massaggio sportivo Tronco posteriore

Pre-gara

  1. Scollamento della plica cutanea senza prodotto 1 minuto ;
  2. Lavoro trasverso con gli avambracci 2-3 minuti ;
  3. Impastamento lento e profondo 3-4 minuti ma è possibile anche una durata maggiore;
  4. Percussioni a pugno 2 minuti circa;
  5. Riequilibrio 1-2 passaggi;
  6. Distensione del paravertebrale e dorsale per 5-6 passaggi;
  7. Movimento di andata con i pollici e ritorno con le dita aperte 2 minuti circa;
  8. Stimolazione energetica 1 minuto;
  9. Picchettamenti a dita aperte 1 minuto;
  10. Riequilibrio finale.

massaggio sportivo

Massaggio sportivo Gamba anteriore e piede

Post-gara

  1. Vibrazione inguine , cavo popliteo e caviglia 1 minuto;
  2. Sfioramenti dal piede fino all’inguine per 2-3 passaggi;
  3. Impastamento lento e leggero 2-3 minuti circa;
  4. Pompaggio con i pollici 2-3 minuti circa;
  5. Passo dell’elefante 1-2 minuti circa;
  6. Movimenti a pressione ondulatoria a due mani 2-3 minuti circa;
  7. Strizzatura del piede 1 minuto circa;
  8. Passare all’altra gamba e ripetere dal punto 1.

Massaggio post-gara Gamba posteriore

  1. Sfioramenti dal piede fino al gluteo per 2-3 volte;
  2. Movimenti con i pollici 3 minuti circa;
  3. Gamba piegata, scarico dei gemelli 2 minuti circa;
  4. Impastamento lento e superficiale 3 minuti circa;
  5. Passo dell’elefante 1-2 minuto circa;
  6. Stretching polpacci, muscoli tibiali e quadricipite per 6 volte;
  7. Passare all’altra gamba e ripetere dal punto 1.

Massaggio sportivo dorso

  1. Vibrazione lombo-sacrale per pochi secondi;
  2. Movimenti a “otto” partendo dalle spalle per 3-4 volte;
  3. Impastamento lento e superficiale per 3-4 minuti;
  4. Scarico ascella per 3-5 volte;
  5. Vibrazione della colonna vertebrale per 1 minuto;
  6. Passo dell’elefante 2 minuti;
  7. Spinte dalla cervicale verso il sacro e ritorno lungo i fianchi per 5-6 passaggi.

Massaggio sportivo e le controindicazioni

Esistono alcune situazioni in cui sarebbe meglio non sottoporsi al massaggio sportivo:

  • Traumi recenti;
  • Problemi cutanei come dermatiti o dermatosi;
  • Neoplasie;
  • Flebiti e Varici;
  • Processi infiammatori acuti;
  • Insufficienza cardiaca con edemi agli arti inferiori;
  • Patologie del sistema nervoso centrale come l’epilessia;
  • Gravi necrosi.

Abbiamo preparato apposta per te dei video-tutorial passo passo dove scoprirai esattamente come si applicano queste tecniche in modo da essere operativo da SUBITO.

Trovi tutto il materiale cliccando sul bottone verde “SCOPRI DI PIU’

Ti è piaciuto questo articolo? Se c’è altro che vorresti sapere o se vuoi semplicemente scriverci la tua opinione, lasciaci un commento qui sotto! Ci farebbe molto piacere sapere cosa ne pensi.

Scopri tutti i prodotti da massaggio disponibili sul nostro sito cliccando sul bottone verde “SCOPRI L’OFFERTA”

Fai il test e scarica il video corso Gratuito

Fai il test Ora